Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Cesana, giro per Sangalonga, Col Saurel, Lago Nero, Ruilles

difficoltà: BC / MC+ / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1350
dislivello salita totale (m): 1200
lunghezza (km): 38

copertura rete mobile
vodafone : 55% di copertura
tim : 73% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 80% di copertura

contributors: dandrago
ultima revisione: 04/07/10

località partenza: Cesana (Cesana Torinese , TO )

punti appoggio: Numerosi lungo tutto l'itinerario, per magnà e dormire

cartografia: Fraternali 1:25.000 n. 2 alta valle di susa e alta val chisone

bibliografia: Teo Zunino Western trails, 2011 Fraternali Editore

note tecniche:
Bel giro di montagna che si presta a numerose interpretazioni e varianti, da quelle più facili per i meno esperti a sentieri più impegnativi, con possibilità di accorciare o allungare il percorso a piacere. Vi sono inoltre numerosi punti di ristoro ed appoggio.

descrizione itinerario:
dall'abitato di Cesana si può o seguire la strada statale per il Monginevro per breve tratto sino ad imboccare la strada sterrata che stacca sulla sinistra con indicazioni per Sagnalonga, oppure procedere lungo la Ripa che attraversa il paese in direzione degli impianti da sci, seguendo le indicazioni per Bousson (strada pedonale in sinistra orografica);
dopo breve tratto su questa strada, più o meno all'altezza degli impianti, si svolta a destra su stradine sempre sterrata che si segue sino ad incrociare la strada che sale a Sagnalonga, ricollegandosi all'itinerio di cui sopra.
Si prosegue sino a superare l'abito di Sagnalonga e si continua a salire seguendo le indicazioni per il Colle Bercia ed il Colle Saurel. Pur essendoci numerose svolte, vi sono quasi sempre indicazioni o cartine esplicative.
man mano il fondo peggiora e le pendenze, che prima erano dolci, si accentuano e ci si trova a superare qualche rampa.
Superato un ultimo risalto con un fondo più incerto si scende un poco, ci si tiene sulla sinistra, e poi si risale fino a un colle da cui si vede il lago, che si raggiunge con un breve discesa.

Dal lago ci sono diverse possibilità e tutte interessanti a seconda delle proprie capacità:

1. Dopo il dovuto riposo si fa a ritroso il percorso fino a una quota di circa 2270 dove di incontra, una strada in discesa sulla destra con incidazioni capanna Mautino (ottimo punto di ristoro, locale attrezzato per accogliere bikers) - Lago Nero.
La si prende e si scende sino sotto il Lago Nero, oltre il quale, a quota pressapoco 1950, un'altra strada evidente verso destra , con un breve tratto in salita fino alle Rouche Courbe, si ridiscende alle Gr. Chabaud, e si scende lungo la valle ben nota agli scialpinisti fino a Ruhilles sempre lungo militari sterrate. Da Ruhilles senza attraversare il ponte con uno sterrato si arriva sino a Bousson e per sinistra orografica a cesana sempre su stradello sterrato (attenzione ai pedoni!).

2. dal lago si spinge la bici in direzione del Col Gimont, intercettando poi il sentiero che sempre a spinta porta a Cima Saurel; da qui per cresta si scende su sentiero tecnico sino ad incrociare la strada di salita. Si seguono poi le indicazioni della discesa 1. sino alla capanna Mautino da cui si prende il sentiero facile che porta ai laghi Foiron, da qui seguendo sempre i sentieri in discesa che tagliano la strada che collega il lago Nero con Sagnalonga si giunge a Bousson e per sinistra orografica a cesana sempre su stradello sterrato (attenzione ai pedoni!).
Difficoltà media S1-2

Vi sono inoltre numerose altre discese e varianti possibili, per le quali si consiglia di portarsi appresso una carta dettagliata (vedi cartografia).