Ratti, Richelieu (Forti) da San Martino d'Albaro

sentiero tipo,n°,segnavia: nessun segnavia, qualche segno rosso
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 50
quota vetta/quota massima (m): 564
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Albertsan
ultima revisione: 29/01/18

località partenza: San Martino (Genova , GE )

punti appoggio: nessuno

accesso:
Si puo' arrivare alla partenza con vari autobus urbani.

descrizione itinerario:
Da San Martino (via Borgoratti) si sale tramite via Sapeto o via Fratelli Canale (piu' semplice) in via Minoretti. La si segue a sin. per un po’ e si imbocca poi a sin. via della Costa di Chiappeto, che prima sale tra alti muri, poi piega a sinistra e incrocia una mulattiera, che si segue verso destra, fino a sbucare su un panoramico costone.
Si segue l'ampio costone che, con salita sempre più ripida, raggiunge il Forte Richelieu (415 m, non visitabile), visibile già dal basso, posto su una panoramica cima. Di qui, andando a sinistra, è anche visibile il forte Monteratti, con la grande cava davanti.

Aggirando il forte a sinistra, si scende verso sud ovest per un centinaio di metri, poi, piegando a destra, si arriva su una strada che sale verso la cava, sul lato ovest del monte. Si giunge quindi nella grande cava che rovina il contrafforte sud del Monte dei Ratti (quota 405).
Si entra nel grande piazzale della cava e si imbocca sulla destra una strada sterrata che sale in diagonale lungo il versante sud-est del Monte dei Ratti (segni rossi). A un certo punto si abbandona la strada per imboccare un sentiero (segnali) che sale a destra, lungo il crinale. Con un ripido diagonale a sinistra verso lo spigolo est del forte, si raggiunge la strada di ingresso e l'entrata principale del Forte Monteratti (564m). Il forte è aperto, ma si deve procedere con molta attenzione, dato lo stato di forte degrado della struttura, se si vuole dare un’occhiata all’interno (pericolo di crolli!).

La discesa si puo’ effettuare sulla via di salita.

Una variante utile consiste nel non scendere fino all’ingresso della cava, ma nel risalire leggermente sulla sinistra per risalire con tracce il costone, a sinistra delle rocce strapiombanti sul lato SE della cava, e riportarsi poi, già in quota, verso il forte Richelieu, che si costeggia sulla sinistra.