Grona (Monte) Ferrata del Centenario C.A.O. Como

difficoltà: D
esposizione prevalente: Sud
quota base ferrata (m): 1430
sviluppo ferrata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 434

copertura rete mobile
wind : 100% di copertura
vodafone : 93% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: giuliano lorry62
ultima revisione: 11/04/11

località partenza: Breglia (Plesio , CO )

punti appoggio: Rifugio Menaggio ( CAI Menaggio ) tel. 0344-37282

cartografia: CNS 287 Menaggio

bibliografia: Ferrate di Lombardia, Piermauro Soregaroli, Nordpress, 2004

accesso:
Da Menaggio salire a Plesio, Breglia quindi per Monti di Breglia (indicazioni per Rifugio Menaggio) fino al al parcheggio finale, dove si lascia l’auto ( 1000 m ). Lungo la strada si incontrano slarghi che possono sembrare parcheggi e brevi interruzioni dell'asfalto che possono fare pensare che la strada sia terminata; il vero parcheggio finale è quello con un cartello del CAI biano e rosso, e un bidone della spazzatura.

note tecniche:
Divertente salita attrezzata con cavo e catena, più una decina di gradini e qualche piolo. Raccomandabile saper arrampicare almeno sul II/III grado.
Bellissimo il panorama a cavallo tra il Lario e la parte superiore del lago di Lugano.
Tempo indicativo di percorrenza: 2,30/3 h

descrizione itinerario:
Da Menaggio salire a Plesio, Breglia quindi per Monti di Breglia e per il successivo parcheggio dove si lascia l’auto ( 1000 m ).
Prendere il sentiero per il rifugio, che ad un certo punto di biforca. E' possibile scegliere tra quello "alto" (panoramico ma più esposto al sole) e quello "basso" (leggermente più breve, riparato dal sole in quanto si sviluppa nel bosco) ( ore 1)
Dalla terrazza del rifugio, seguire il sentiero verso W, che con qualche saliscendi porta ad una evidente selletta ( piccola statua della Madonna ), pochi metri dopo la quale una deviazione verso sinistra ( cartello ) porta all’attacco della ferrata ( 20 minuti dal rifugio ).
La via supera alcuni torrioni alternando pezzi verticali a brevi tratti di sentiero. Le difficoltà rimangono abbastanza costanti lungo tutto il percorso; sono presenti due vie di fuga segnalate, una circa a metà e una a 3/4 del percorso.
Per la discesa dalla cima al rifugio esistono 2 possibilità: A) seguire il sentiero della "direttissima", parallelo alla cresta della ferrata B) leggermente più lungo ma molto panoramico, lungo la "via normale" che percorre la cresta in direzione del Bregagno fino alla "Forcoletta" per poi scendere a destra verso il rifugio