Perabruna (Rocche di) canale cima Delle piane

L'itinerario

difficoltà: AD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1800
quota vetta (m): 2100
dislivello complessivo (m): 300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giangifasciolo
ultima revisione: 22/01/11

località partenza: Valdinferno (Garessio , CN )

note tecniche:
ambiente sempre severo, specialmente oggi con quel ventaccio, ottima compagnia di Giancarlo e Celso

descrizione itinerario:
Le Rocche di Perabruna sono costituite da diversi pinnacoli e torrioni rocciosi tra l'Antoroto e la Cima Ciuaiera, dove dallo spartiacque orizzontale a nord scendono canali brevi ma ripidi sull'Alpe di Perabruna che costituiscono interessanti percorsi invernali su neve e misto. Uno di questi è la nostra meta, tra la Cima Issel (2139 m) e la Cima Dellepiane (2135 m), uno stretto canale nascosto tra le pareti rocciose.
Itinerario: da Valdinferno sui diversi percorsi estivi si raggiunge il Colle della Bassa (1846 m), proseguendo verso ovest, si passa sotto il fianco settentrionale dell'Antoroto, con percorso movimentato si costeggiano le pendici settentrionali delle Rocche mantenendosi a quota 1800 metri circa raggiungendo la base del conoide (45' dal Colle a seconda del terreno) dove finiscono i radi larici. Il conoide si inerpica (35°) contro le verticali pareti dove inizia il canale (40°) vero e proprio che prosegue stringendosi ad imbuto in un intaglio a ridosso della barriera rocciosa (45°) e che sbuca sotto uno svettante pinnacolo, superata la breve barriera di neve, erba e rocce rotte, si esce su uno scivolo canale più a ovest (45/ 40°) per proseguire sul pendio finale sino all'evidente sella. Di qui risalendo a sinistra ci si dirige verso l'Antoroto, girando a destra si va verso il Monte Ciuaiera. In entrambe le soluzioni bisogna affrontare le creste frastagliate delle Rocche di Perabruna, con brevi arrampicate su facili spuntoni tra rocce e erba ( III+), a seconda del terreno ci si può disimpegnare in un tratto con una breve corda doppia. Raggiunta la meta desiderata con percorso ad anello si torna al Colle della Bassa, oppure scendendo i pendii erbosi a sud si raggiunge Ormea.