Antoroto (Monte) Costiera Perabruna – Goulotte Serafino

Antoroto (Monte) Costiera Perabruna – Goulotte Serafino

Dettagli
Dislivello (m)
300
Quota partenza (m)
1840
Quota vetta/quota (m)
2141
Esposizione
Nord
Grado
AD+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
La Quota 2141 è la prima cima a ovest del Monte Antoroto, sulla cresta che lo collega alle Rocche di Perabruna e alla Cima Ciuaiera. La Goulotte Serafino ne rimonta la parete N, offrendo una salita divertente e non troppo difficile, da affrontare con neve trasformata e sicura. La via è dedicata a Serafino Timossi, recentemente scomparso, che aveva tentato la salita nel gennaio 2018 con Fulvio Scotto, dovendo rinunciare per il maltempo.
Avvicinamento
Da Valdinferno (1213 m) si sale alla Colla Bassa (1851 m), quindi perdendo un po' quota si traversa a ovest per circa 500 m sotto la parete N della Costiera Antoroto-Perabruna, fin sotto alcuni speroni rocciosi sottostanti la Quota 2141. L'attacco del canale si trova a dx di uno sperone caratterizzato alla base da un grande tetto squadrato (3 ore).
Descrizione

Si rimonta il conoide e si entra nel canale sostando 50 m più su (35/45 gradi), a dx di una strozzatura. Si entra nella goulottina (60 gradi, brevi passi di misto e ghiaccio colato) che poi si allarga a canalino (30 m). Poco oltre, anziché risalire l’invitante canale-pendio verso sx che oltre il “fil di cielo” condurrebbe a un ampio imbuto, si prosegue dritto per il canale nevoso (45/55 gradi) fin sotto degli affioramenti rocciosi (60 m). Si sale per un canalino tra le rocce (inclinazione da 50 a 60 gradi, possibili tratti su erba ghiacciata) e si sosta su roccia sulla dx (un chiodo lasciato, 50 m). Ancora dritti, si esce su un pendio nevoso meno ripido, che si rimonta puntando ad un solitario alberello. Da qui proseguire per un centinaio di metri su un’arrotondata cresta nevosa, poi ancora su pendio di neve, fino alla Quota 2141.

Discesa: verso est si scende all’ampia sella nevosa (2100 m circa) che separa dalla vetta del Monte Antoroto, quindi a nord per il ripido pendio della sua Via Normale, riguadagnando la Colla Bassa.

 

Materiale: alcuni friend piccoli e medi

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Prima salita: Michel Castagni, Marco Colli, Andrea Parodi e Fulvio Scotto, 11 gennaio 2020
Bibliografia:
Alpidoc, nr. 104
fabrizioro
25/04/2021
3 settimane fa
2 mesi fa
3 mesi fa
Link copiato