Pourri (Mont) da Les Lanches via normale dal Glacier du Geay

difficoltà: PD+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 2370
quota vetta (m): 3779
dislivello complessivo (m): 1400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gontier
ultima revisione: 05/08/10

località partenza: Les Lanches (Peisey-Nancroix , 73 )

cartografia: IGN 3532 ET - Les Arcs La Plagne

bibliografia: Le Topo de La Vanoise - P. Deslandes / J. Merel

note tecniche:
Il Mont Pourri (3779 m) con un nome così ... potrebbe far pensare ... invece è una bella gita glaciale, fattibile sia in giornata (se si è in vacanza in zona) oppure in due giorni con pernottamento al rifugio omonimo (buone lasagne, accoglienza top) – la gita in sé è paragonabile al Mont Blanc de Tacul o al Dome des Ecrins, ma meno pericolosa, in quanto i seracchi sono placidi e rilassati – Per eventualmente risalire le piste di Les Arcs con 4x4 informarsi preventivamente presso Ufficio Turismo perchè non sempre fattibile -

descrizione itinerario:
Dal rifugio del Mont Pourri (2370 m), accessibile sia dal villaggio Lanches (sopra Pesey – D+ 847 m) che dalle piste alte di les Arcs (fuoristrada o Panda 4x4 - 150 m) si segue il sentiero verso l'antico rifugio, che si raggiunge in 20/25 min pianeggianti – da là risalire la ripida e noiosa morena fino in cima, e mettere piede sul “Glacier du Geay” a quota 2850 circa (1 h 30' da rif) – da qua in poi l'ascensione è molto piacevole, su un ghiacciaio lungo e un po' crepacciato, con alcuni tratti piu' ripidi. Dopo circa 100 mt sulla dx orografica, traversare in diagonale in salita verso la sx orografica, poi al centro del ghiacciaio, cercando la traccia migliore – giunti sul plateau superiore a quota 3400 circa si incontra in genere una traccia che arriva dal Col des Roches – da qua si devia a dx salendo verso il muro che porta alla cresta sommitale, che è abbastanza ripido, e lo si prende piu' o meno in centro, a seconda delle condizioni della grossa crepaccia mediana – la spalla finale è invece larga e facile, e dopo qualche roccetta si arriva alla cima (3779 m – 4h30'/5 h da rif) – per la discesa è piu' bello, tornati al plateau a quota 3400 risalire il Col des Roches (3443 m - rocce facili, un breve pezzo di corda fissa in cima) e scendere il “Glacier du Grand” (facile, stare sulla dx orografica prima, poi verso sx orografica) fino al Grand Col (2935 m – piccola baracca di emergenza in caso di maltempo) – scendendo nel vallone a ovest, verso Les Arcs, si giunge in breve alla stazione superiore della seggiovia Grand Col (2840 m circa), poi si scende per piste poderali e sentieri, puntando leggermente a sx fino al Lac des Moutons (2574 m), dove si prende il sentiero che torna al rifugio -


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale