Resegone - Punta Cermenati da Stanga per la Cresta NE

sentiero tipo,n°,segnavia: 578-571
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1130
quota vetta/quota massima (m): 1875
dislivello salita totale (m): 750

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: irui70
ultima revisione: 16/12/18

località partenza: Stanga (Fuipiano , BG )

punti appoggio: Rif. del Grande Faggio- Rif.Azzoni

accesso:
In macchina dopo aver imboccato la Valle Imagna,arrivare a Sant'Omobono Terme dove si sale a Fuipiano Valle Imagna,proseguire poi oltre il paese per circa 2 km. parcheggiando la macchina ai bordi della strada nella pineta della località Stanga dove inizia il sentiero su strada carrale.

note tecniche:
Salita alternativa e molto più panoramica che sale direttamente alla Punta Cermenati per la cresta di nord-est, separa la via normale che sale da Fuipiano e Brumano dalla Val Caldera. Cresta rustica senza sentiero che necessita se tenuto il filo passaggi divertenti e facili di II°, comunque aggirabili. Valita alternativa alpinistica con piccozza e ramponi quando c'è neve.

descrizione itinerario:
Preso la strada carrale la si percorre il lungo fino a lasciarla ad un bivio per il sentiero 578 . Il sentiero sale subito tra i prati passando dal Rifugio del Grande Faggio per poi proseguire intersecando la strada carrale che porta a Morterone arrivando più allo spiazzo erboso della Bocca di Palio 1380mt. Da qui si sale per il sentiero 571 (palina in legno Rif.Azzoni) entrando nei boschi soprastanti dove con un ripido strappo si arriva ad una selletta punto di incontro con il sentiero 13 che sale da Brumano. Qui si inizia a salire la cresta di nord- est senza sentiero puntando subito ad un'evidente segno di vernice blu posta su un faggio posto sulla nostra dx. All'inizio si supera il ripido tratto di rado bosco zizzagando tra diversi torrioni calcarei, portandosi con divertenti passaggi aerei sul filo cresta vera e propria. Si prosegue poi sulle labili tracce di sentiero creato dal passaggio di ungulati sulla cresta divenuta più larga salendo tratti di prato e agevoli tratti rocciosi mantenendo fedelmente il filo di cresta fino ad intercettare trasversalmente il sentiero n°8. Snobbando il sentiero si prosegue lungo la cresta che man mano diventa più ripida assottigliandosi in un punto dove c'è da fare un po' di attenzione ed è vietato fare passi falsi. Passato il tratto delicato la cresta si allarga di nuovo portandosi diretta al grande crocione della Punta Cermenati.