Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Larche per il Colle Sautron

Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Larche per il Colle Sautron

Dettagli
Dislivello (m)
1170
Quota partenza (m)
1675
Quota vetta/quota (m)
2844
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
BR
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Da non confondersi con la vicina Tete de Viraysse.
L'itinerario non presenta particolari difficoltà, è un MR per buona parte del percorso fino alla rampa che precede il Colle Sautron, anche se generalmente si sale e si scende racchette ai piedi è consigliabile avere con sé i ramponi.
Avvicinamento
Dall'Italia si imbocca la Valle Stura di Demonte passando per Borgo San Dalmazzo, fino a svalicare in Francia per il Colle della Maddalena. Si scende per una manciata di km in territorio francese fino al primo centro abitato, Larche. Posteggi in paese.
Descrizione

Da Larche, si segue la via che costeggia il torrenteRouchouse (sulla sponda opposta rispetto alla zona delle piccole piste da sci) fino a che la strada diventa sterrata e si trovano dei cartelli indicatori tra cui Colle Sautron. Seguire per pochi minuti le indicazioni per i sentieri GR5-GR56 verso il rio Rouchouse, quindi innalzarsi sugli ampi prati in direzione nord fin verso quota 1950 m, al si sopra di un dosso. Da lì dirigersi verso dx per imboccare il fondo del vallone che percorre il rio Rouchouse, con andamento quasi pianeggiante per un tratto Si tocca e si supera una piccola baita fino ad alzarsi alle sue spalle su un promontorio roccioso (le rocce restano sulla destra) tramite un pendio un po’ più ripido.
Raggiunto il culmine del dosso ci si affaccia su una dorsale poco al di sopra della conca con la Cabane de Viraysse 2251 m, che si lascia in basso a destra.
Si prosegue ora attraversando una breve valletta per puntare ai dossi costellati di massi che si hanno di fronte. Qui due possibilità: o si prosegue nella sinuosa valletta che passa alla base della Tete Peymian, superando uno strappo di 50 m più ripidi, oppure più dolcemente si compie un giro più largo verso sinistra, zigzagando tra gli affioramenti rocciosi ed alcuni avvallamenti per poi piegare leggermente a destra per imboccare il vallone giusto. Attenzione che il vallone di salita non è quello di sinistra che invece conduce verso la Meyna,Monte Sautron ecc.
Si arriva quindi in una seconda conca a 2500 m circa racchiusa tra il Monte Vallonasso a sinistra e il Monte Viraysse a destra. Qui conviene salire il dosso al centro per evitare scomodi traversi, e poi raggiungere la base del pendio di salita al Colle Sautron, che si sale liberamente con percorso più ripido, per un centinaio di metri di dislivello, fino alle paline indicatrici del colle 2685 m.
Dal colle si volge a destra, seguendo la dorsale con scarsi ostacoli, che dopo un primo tratto si allarga fino a diventare un ampio pendio sospeso che senza difficoltà porta alla cima, piccolo cumulo di pietre 2844 m.
Dalla conca a 2500 m, previa valutazione del manto nevoso, è anche possibile salire più direttamente per il pendio sud fino alla cima (piccozza e ramponi).
Discesa dal percorso di salita, eventualmente si può compiere una traversata a le Pontet, una volta raggiunta la Cabane de Viraysse si sale l’ampio vallone a sinistra fino al Col de la Gyppiere de l’Orrenaye 2482 m (circa 150 m da risalire) per poi seguire il sentiero lungo il torrente Orrenaye fino al posteggio le Pontet. Da qui occorre seconda auto, oppure si torna a piedi lungo la strada asfaltata fino a Larche.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
andrea81
28/02/2019
2 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato