Seone (Punta del) da Vonzo per il Vallone di Vassola

Seone (Punta del) da Vonzo per il Vallone di Vassola

Dettagli
Dislivello (m)
1535
Quota partenza (m)
1231
Quota vetta/quota (m)
2762
Esposizione
Sud
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Cecilia Genisio all'Alpe Veilet 2230 m

Avvicinamento
.
Note
Montagna scarsamente frequentata, non banale per la lunghezza dal fondovalle. Prestare attenzione ai ripidissimi pendii erbosi finali. I sentieri fino al colle della Terra d'Unghiasse sono segnati ma a tratti poco evidenti e piuttosto sconnessi. Sconsigliabile con nebbia.
Descrizione

Da Vonzo si segue il sentiero che sale a Chiapili e porta nel vallone di Vassola. Giunti all’alpe Vassola si stacca a dx un sentiero poco evidente che risale il pendio erboso. si passa tra alcuni casolari isolati (1800 m) e si giunge all’alpe Balmot 1894. si prosegue a mezza costa, andando ad attraversare il rio Vassola su placche levigate e scivolosissime (c’è un mancorrente, ma prestare molta attenzione).
Si continua per pascoli, passando per alcune baite diroccate (2094 m) ed entrando in una gola, che esce nel bellissimo piano dell’alpe Vailet 2233 m.
Si continua verso nord ovest, col sentiero che risale con alcuni tornanti un ripido pendio. lasciando a dx la traccia che porta all’alpe del Seone 2398 m, si prosegue sul sentiero ept 394, passando a fianco ad un laghetto e a poca distanza dal lago del Seone 2516 m.
Si supera un costone, e con un mezza costa poco evidente si arriva al colle della Terra d’Unghiasse 2633 m. Dal passo si taglia il ripido versante erboso della punta del Seone, in salita per tracce di bestiame, puntando ad un grosso castello di rocce rossastre, cercando la via più facile (faticoso…), fino ad intercettare una specie di crestone roccioso-detritico, appoggiando alla sua dx, arrivando alle roccette della vetta, ometto 2762 m.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
VARIANTE: Una possibilità più semplice e che evita totalmente l'erba olina presente dal lato Colle d'Unghiasse e segue un percorso un po' meno ripido. Giunti sotto alla verticale della vetta dal lato Est, si punta alla pietraia più grande e che termina più in alto verso la vetta proprio sotto alla verticale. Terminata la pietraia, si prosegue brevemente sul canale erboso che si biforca esattamente dove si trova grosso masso. Qui si prende la diramazione che prosegue verso sinistra ed in breve si giunge sulla cresta terminale della vetta che si raggiunge ormai con minori difficoltà (ma sempre con cautela).
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo
Bibliografia:
guida cai tci
roby4061
19.08.2020
1 mese fa
1 anno fa
3 anni fa
5 anni fa
7 anni fa
9 anni fa
14 anni fa
15 anni fa
40 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato