Roussa (Colle della) da Gran Faetto

Roussa (Colle della) da Gran Faetto

Dettagli
Dislivello (m)
780
Quota partenza (m)
1250
Quota vetta/quota (m)
2019
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentiero 442

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Alpe Sellery (non sul percorso)

Note
Da Perosa Argentina si prosegue sulla ss23 fino a Villaretto, si prende a dx per Gran Faetto, da qui per strada sterrata (non in buone condizioni) fino a borgata Colletto.
Avvicinamento
a Pinerolo si prosegue lungo la SS23 del Sestriere, fino al centro abitato di Villaretto, dove a destra si segue la strada asfaltata che sale fra le case, svoltando al primo bivio a destra salendo verso le frazioni di Piccolo Faetto e quindi di Gran Faetto, dove termina l'asfalto. Si può parcheggiare nella piazzetta delle case nella parte alta del paese, oppure in un ampio spiazzo erboso sulla destra (cartello indicatorio di parcheggio).
Si potrebbe proseguire fino a Colletto (punto teorico ideale per l'inizio del sentiero, ma bisogna affrontare alcuni km di strada sterrata a tratti dissestata, necessario fuoristrada o auto alta).
Descrizione

Dal parcheggio del centro abitato di Gran Faetto si torna indietro per alcune decine di metri per incontrare un piazzale erboso dopo una stradina sterrata nei pressi di una piccola area parco giochi: qui un cartello indica l’inizio del sentiero, che permette di evitare una buona parte della strada sterrata per Colletto/Prato del Colle. La traccia si sposta verso est proseguendo quasi pianeggiante lungo un terrazzamento con muretti a secco, e poi prende a salire più decisa nel bel bosco di faggi. Con buona pendenza si intercetta una prima volta la strada, e poi ripreso il sentiero la si incontra nuovamente più in alto. Ora occorre proseguire lungo il tracciato della stradina, che si addentra nel vallone che culmina con il lontano colle della Roussa. Si arriva a Colletto (area con tavolini) e si affrontano due tornanti (volendo si può tagliare passando nel prato dell’alpeggio più a destra) e infine si arriva ad un tornante con indicazioni per il sentiero 442 del Colle della Roussa. Lo si segue passando per pascoli in leggera discesa, per poi intraprendere un lungo traverso a mezza costa, in leggera salita, che taglia alcuni canaloni. Successivamente si arriva ad un pianoro erboso, ormai fuori dal bosco dove è presente una fontana e un edificio dell’acquedotto. Da qui il colle della Roussa è ormai abbastanza vicino; si tralascia la deviazione di sinistra per il Lago Ruen e si continua tra massi e piccoli alberi superando una gobba, a breve distanza dal colle, che si raggiunge in pochi minuti superando un’ultima breve rampa.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.6 , IGC 1:50000 cartina N°1
vassili82
03/01/2016

Nelle vicinanze Mappa

5 anni fa
9 anni fa
11 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato