Rosso (Lago) dalla Certosa di Montebenedetto o da Adret

Rosso (Lago) dalla Certosa di Montebenedetto o da Adret

Dettagli
Dislivello (m)
814
Quota partenza (m)
1150
Quota vetta/quota (m)
1964
Esposizione
Nord
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Sentieri n° 506 e 512 - segnavia bianco/rossi

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Valgravio

Avvicinamento
Percorrere la val di Susa sulla S.S. 25. Per la Certosa, appena superata Villarfocchiardo, svoltare a sinistra direzione Certosa di Monte Benedetto- Fumavecchia. Salire la strada con nuerose svolte fino al bivio che a destra porta alla Certosa.
Per la partenza da Adret. proseguire sulla S.S. 25 fino a San Giorio. Qui svoltare a sinistra direzione Pognant- Grangia Città e Adret. Proseguire fino al termine della strada ad Adret. Poco parcheggio.
Note
Bella e facile camminata in un verde vallone percorso dal torrente Gravio. Il pianoro del lago Rosso è veramente bello e ampio, con aspre montagne sullo sfondo..
Giro abbastanza lungo, sui 15 km con pendenze moderate, tranne l'ultimo tratto.
Le due partenze sono similari per difficoltà e quota.
Descrizione

Dalla Certosa proseguire fino ad una serie di cartelli dove si gira a sx seguendo le indicazioni sentiero 506 – Colle del Vento. Il sentiero sale nel bosco sulla dx orografica del torrente Gravio fino a pervenire ad un bivio . A destra superato un ponticello si arriva in pochi minuti al Rifugio del Gravio.
Da Adret si percorre il sentiero in mezzo alle case che poi si inoltra nel bosco di faggi. Dopo una prima salitella , prosegue con moderate pendenze con un lungo traverso, passa fra vecchi alpeggi e arriva al Rifugio.
Da qui da entrambi gli itinerari si sale seguendo il piccolo sentiero sulla destra (sinistra orografica) che porta al rifugio e poi sale un primo tratto nel bosco, un po’ stretto, poi si esce dalle piante nell’ampio anfiteatro. Si sale sempre poco sopra il torrente fino a pervenire a un rio che si supera e poi ci si dirige a snistra. Dopo poco si raggiunge il vasto pianoro prativo dell’Alpe Mustione. Si supera verso est il torrente su una passerella e si continua la salita verso sud, dove si trova un’imponente bastionata solcata sempre dal torrente, che qui forma numerose cascate.
Il seniero prosegue a sinistra con ripida salita fra gli ontani e perviene alla conca in cui è posto il lago Rosso.

Per la discesa si scende verso l’Alpe Mustione, ma non is supera il torrente, bensì si segue il sentiero sulla destra orografica (n° 506), meno ripido, che porta al bivio prima del rifugio da dove si può tornare a una delle partenze.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali n° 3
Bibliografia:
I piu' bei sentieri segnalati della provincia di Torino
mar
04.08.2020
2 mesi fa
4 mesi fa
5 anni fa
8 anni fa
10 anni fa

Condizioni

Link copiato