Pourri (Mont) da Les Lanches via normale dal Glacier du Geay

Pourri (Mont) da Les Lanches via normale dal Glacier du Geay

Dettagli
Dislivello (m)
2250
Quota partenza (m)
1534
Quota vetta/quota (m)
3779
Esposizione
Ovest
Grado
PD+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Il Mont Pourri (3779 m) con un nome così ... potrebbe far pensare ... invece è una bella gita glaciale, fattibile sia in giornata (se si è in vacanza in zona) oppure in due giorni con pernottamento al rifugio omonimo (buone lasagne, accoglienza top) – la gita in sé è paragonabile al Mont Blanc de Tacul o al Dome des Ecrins, ma meno pericolosa, in quanto i seracchi sono placidi e rilassati – Per eventualmente risalire le piste di Les Arcs con 4x4 informarsi preventivamente presso Ufficio Turismo perchè non sempre fattibile -
Descrizione

1° giorno: salire al rifugio del Mont Pourri (2370 m), accessibile sia dal villaggio Lanches (sopra Pesey – D+ 847 m) che dalle piste alte di les Arcs (fuoristrada o Panda 4×4 – 150 m)
2° giorno: dal rifugio si segue il sentiero verso l’antico rifugio, che si raggiunge in 20/25 min pianeggianti – da là risalire la ripida e noiosa morena fino in cima, e mettere piede sul Glacier du Geay a quota 2850 circa (1 h 30′ da rif) – da qua in poi l’ascensione è molto piacevole, su un ghiacciaio lungo e un po’ crepacciato, con alcuni tratti piu’ ripidi. Dopo circa 100 mt sulla dx orografica, traversare in diagonale in salita verso la sx orografica, poi al centro del ghiacciaio, cercando la traccia migliore – giunti sul plateau superiore a quota 3400 circa si incontra in genere una traccia che arriva dal Col des Roches – da qua si devia a dx salendo verso il muro che porta alla cresta sommitale, che è abbastanza ripido, e lo si prende piu’ o meno in centro, a seconda delle condizioni della grossa crepaccia mediana – la spalla finale è invece larga e facile, e dopo qualche roccetta si arriva alla cima (3779 m – 4h30’/5 h da rif).
Discesa: dalla via di salita oppure è piu’ bello, tornati al plateau a quota 3400 risalire il Col des Roches (3443 m – rocce facili, un breve pezzo di corda fissa in cima) e scendere il Glacier du Grand Col (facile, stare sulla dx orografica prima, poi verso sx orografica) fino al Grand Col (2935 m – piccola baracca di emergenza in caso di maltempo) – scendendo nel vallone a ovest, verso Les Arcs, si giunge in breve alla stazione superiore della seggiovia Grand Col (2840 m circa), poi si scende per piste poderali e sentieri, puntando leggermente a sx fino al Lac des Moutons (2574 m), dove si prende il sentiero che torna al rifugio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGN 3532 ET - Les Arcs La Plagne
Bibliografia:
Le Topo de La Vanoise - P. Deslandes / J. Merel
gontier
11/06/2017
3 anni fa
4 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
22 anni fa
Link copiato