Pian della Paia Via il magnesio dalla roccia

Pian della Paia Via il magnesio dalla roccia

Dettagli
Altitudine (m)
600
Dislivello avvicinamento (m)
100
Sviluppo arrampicata (m)
200
Esposizione
Nord-Est
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Arco di Trento si procede in direzione Sarche, prima di arrivare al paese di Pietramurata prendere una strada in salita con indicazioni “bar Ciclamino” dove si parcheggia.

Attraversare il prato davanti al parcheggio ed imboccare la sterrata che passa tra le due piste da motocross. Arrivati al bosco salire il ripido sentiero che si innoltra nella boscaglia, seguendo delle strisce rosse sugli alberi in direzione sud si giunge contro la parete, costeggiarla sino ad incontrare un punto accessibile lungo lo zoccolo, salirlo ed individuare il canale tra i due avancorpi (30/45 minuti dall'auto).
A fine del breve canale terroso a destra dell'evidente tetto che incide la parte alta della parete.
Note
Materiale: rinvii, qualche cordino e una serie di friend
Descrizione

L1 Salire la facile rampa a tratti erbosa e friabile. (30m, nessun chiodo, sosta su albero, III+)
L2 A destra della sosta per un breve muro tecnico ancora con roccia non molto solida, uscire sulla comoda cengia e traversare a sinistra, quindi salire sulla cengia soprastante e traversare ancora a sinistra sino alla sosta sull’albero. (30m, qualche chiodo, sosta su albero, VI-)
L3 Salire la placca a destra della sosta, quindi il successivo diedro e al suo termine traversare a destra. (35m, qualche chiodo, sosta su 5 chiodi, VI-)
L4 Seguire la bellissima fessura sino ad una placca, traversare a destra e salire il diedro a gradoni sulla destra. (35m, 2 chiodi, sosta su 3 chiodi, VI)
L5 Dritti sopra la sosta, traversare poi a sinistra e con percorso logico si superano una serie di placche sino a sostare sulla destra. (35m, qualche chiodo, sosta su 3 chiodi, VI-)
L6 Dritti sopra la sosta sino alla cengia, traversare qualche metro a destra su questa, salire le placche appoggiate di roccia instabile sino al bosco sommitale. (40m, 1 chiodo, sosta su albero, V)

Discesa:
Risalire il bosco seguendo la traccia, giunti alla strada sterrata la si segue fino a valle (1h00 circa).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
G. Stenghel, F. Sartori, F. Nicolini nel 1983
Link:
http://www.danzaverticale.net/index.php/home/relazione/649
danzaverticale
12/10/2015
Link copiato