Madonna della Bassa (Santuario) da Villardora per le borgate di Rubiana, discesa Sentiero delle Guardie

Madonna della Bassa (Santuario) da Villardora per le borgate di Rubiana, discesa Sentiero delle Guardie

Dettagli
Dislivello (m)
1100
Quota partenza (m)
350
Quota vetta/quota (m)
1157
Lunghezza (km)
29
Esposizione
Sud
Difficoltà salita
BC+
Difficoltà discesa
BC+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
E' diventato molto impegnativo, fisicamente (braccia, polsi) e tecnicamente, il Sentiero delle Guardie a causa dello scavare dell'acqua che lo ha deteriorato pesantemente.
Descrizione

Da Villardora imboccare la strada asfaltata che parte di fianco alla chiesa e che porta alla frazione Borgionera, e da qui sempre su asfalto proseguire fino a Montecomposto, dove si raggiunge la strada che da Rubiana porta a Celle. Seguirla in salita fino alla frazione Bert, superata la quale si svolta a destra attraversando la frazione e arrivando ad un bivio al limitare del bosco. Si prende la sterrata che dopo poche centinaia di metri torna ad essere asfaltata e con numerosi saliscendi tocca le frazioni Giorda Inferiore e Giorda Superiore. Da qui si svolta a sinistra, il fondo diventa sterrato e le pendenze aumentano sensibilmente e ci sono un paio di rampe davvero impegnative. Con un lungo semicerchio e ancora numerosi saliscendi si raggiunge il fondo vi un piccolo valloncello, si attraversa un rio e in breve si raggiunge nuovamente l’asfalto appena sopra Favella. Da qui si scende fino ad incrociare la strada che porta al Colle del Lys, che si segue fin oltre Mompellato, dove c’è il bivio per Madonna della Bassa. Da qui con parecchi saliscendi e continua alternanza di tratti sterrati ed altri asfaltati si raggiunge il Santuario.

DISCESA
Dal Santuario si prosegue su comodo sterrato con qualche tratto di saliscendi, fino a quando non comincia la discesa vera e propria, con alcuni tratti un po’ sconnessi. Si scende per circa 200 metri di dislivello fino ad incontrare sulla destra l’imbocco del Sentiero delle Guardie, indicato da un grosso cartello di legno (quota 963 m sulla Fraternali). La discesa è mediamente impegnativa, nella parte alta il fondo è buono e ci sono solo alcuni tornanti molto stretti. In basso invece il terreno è decisamente più sconnesso e specie col bagnato bisogna fare un po’ di attenzione. Il sentiero termina su uno sterrato, che si segue sulla destra. Al primo tornante si svolta a sinistra e quindi sempre in discesa e su asfalto si arriva in paese ad Almese, da cui in pochi minuti si torna a Villardora.

NB: dopo il sentiero delle Guardie è possibile aggiungere un altro tratto di single track percorrendo il sentiero della Gola del Pis. Noi purtroppo abbiamo mancato il bivio, che si trova poco prima della frazione Magnetto. Il sentiero dovrebbe essere abbastanza facile e pressochè interamente ciclabile.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Val Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli
lucabelloni
04.04.2017

Nelle vicinanze Mappa

4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 936m 5.3Km

Sacra di San Michele

Webcam
Webcam 360m 8Km

Condove

Webcam
Link copiato