Grises (Aiguilles, Col des) da La Visaille

Grises (Aiguilles, Col des) da La Visaille

Dettagli
Dislivello (m)
1851
Quota partenza (m)
1720
Quota vetta/quota (m)
3810
Esposizione
Sud-Ovest
Difficoltà sciistica
OSA
Tipologia
Ghiacciaio

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Gonella 3071 m

Avvicinamento
Courmayeur - Val Veny
Note
Splendida traversata di carattere esplorativo in ambiente di alta montagna grandioso e severo che, dopo il lungo tratto in lieve pendenza del Miage, percorre ghiacciai molto crepacciati ma che in buone condizioni possono riservare grandi soddisfazioni sciistiche, in particolare la discesa sul Ghiacciaio di Bionassay. Due condizioni necessarie: innevamento abbondante e buona visibilità.
L’itinerario di Bersezio e Tirone effettua la discesa da Col des Aiguilles Grises, riteniamo però consigliabile prolungare il percorso fino al Col de Bionassay unendo questo itinerario con quello descritto dal testo di Giglio e Noussan: “Scialpinismo in Val d’Aosta”.
La valutazione OSA è più adeguata di BSA, in quanto il Ghiacciaio di Bionassay, pur avendo una pendenza media non particolarmente forte, presenta alcuni tratti ripidi obbligati per l’aggiramento di crepacci e seraccate (difficoltà sciistica 3.1). La componente alpinistica (PD) è rilevante su buona parte del percorso.
Descrizione

Si raggiunge il Rifugio Gonella per il percorso estivo, a piedi da dove si abbandona il Ghiacciaio del Miage in poi (in caso di innevamento molto abbondante si può risalire la lingua finale del Ghiacciaio del Dome). Dal rifugio si traversa su ripidi pendii fino al ghiacciaio, che si risale seguendo l’itinerario della “Via del Papa” al Monte Bianco fino al Col des Aiguilles Grises. Alcuni tratti ripidi tra le seraccate e il pendio finale del colle si percorrono più agevolmente senza sci.
Si raggiunge poi il Col de Bionassay scavalcando la sommità del Piton des Italiens (m 4002) o traversando poco sotto quest’ultima su ripidi pendii nevosi esposti a SO.
La discesa sul Ghiacciaio di Bionassay va studiata in funzione delle condizioni. Normalmente la parte alta è percorribile al centro, una zona di seracchi intermedia può essere aggirata a sinistra, per poi tornare al centro sulla zona pianeggiante a quota 3100 m circa, da cui si deve portare decisamente a destra per scendere sotto alla bastionata del Col del Miage (rischio di caduta pietre e valanghe) fino a raggiungere il Ghiacciaio del Miage a quota 2850 m circa. Percorrendo tutto il lungo ghiacciaio, che nella parte finale diventa pianeggiante e ricoperto di detriti si ritorna in Val Veny.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGN - TOP25 - 3531 ET St. Gervais-les-Bains, Massif du Mont Blanc
Bibliografia:
Bersezio e Tirone: Monte Bianco, nel castello di neve e ghiaccio , CDA
7 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2044m 6.5Km

Pré-Saint-Didier – Plan Praz

Panoramica 4810m 6.8Km

Mont Blanc (Monte Bianco)

Stazione Meteo 1200m 7.1Km

Courmayeur – Dolonne

Panoramica 3534m 7.1Km

Aiguille de Toule

Stazione Meteo 2162m 7.7Km

Courmayeur – Lex Blanche

Webcam 1420m 9.3Km

La Thuile

Webcam
Link copiato