Grand Flambeau cresta N e versante ovest

Grand Flambeau cresta N e versante ovest

Dettagli
Dislivello (m)
244
Quota partenza (m)
3322
Quota vetta/quota (m)
3566
Esposizione
Nord-Ovest
Grado
PD+

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Torino

Avvicinamento
In funivia fino al Rifugio Torino vecchio, Si raggiunge il Col Flambeaux (3407 m).
Note
Gita di misto, molto breve (decisamente la più corta nella zona), ma non banale e che permette di essere effettuata in traversata anche concatenandola con la vicina Aiguille du Toula.
Descrizione

Si sale sul filo la cresta finché nevosa. Non è più possibile, o cmq non elementare, attaccare le rocce di cresta direttamente, quindi 10 metri sotto queste conviene traversare a destra portandosi sul versante ovest (ricongiungendosi con la via che arriva dal Col du Toula ovest); salire ancora per un ripido scivolo di neve 45°, fino ad una corda fissa (semisepolta a inizio stagione), quota 3480. L’ attacco delle prime rocce non è banale (II° sup), poi si fa via via più semplice.
Tempo 40-50 minuti dall’ attacco.

DISCESA
Dal versante sud-est (F+), non banale specialmente a inizio stagione con neve…non entusiasmante. Comodo però perché si arriva però direttamente al Col se Saussure ovvero alla scala di Punta Helbronner. Considerare 40 minuti

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
GMI Monte Bianco I
mfkeeper
05.12.2016
4 anni fa
6 anni fa

Condizioni

Link copiato