Giavine (Torre delle) Via Galbusera

Giavine (Torre delle) Via Galbusera

Dettagli
Altitudine (m)
870
Dislivello avvicinamento (m)
300
Sviluppo arrampicata (m)
90
Esposizione
Nord-Est
Grado massimo
6a+
Difficoltà obbligatoria
6a+
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a1

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Risalire la Valsesia fino a Balmuccia. Lasciata la statale imboccare la Val Sermenza e passato il paese di Boccioleto, dopo qualche centinaia di metri prendere a destra verso la frazione Ronchi. Dopo un paio di tornati sul rettilineo, un sentiero sulla sinistra con indicazione per Torre delle Giavine. Parcheggiare.

Seguire il bel sentiero lastricato per 20-30 minuti fino alla evidente base della Torre
Note
Via particolare e a mio avviso molto carina, tratti in artificiale obbligati sul 1° e 2° tiro per via della pessima qualità della roccia, ma comunque divertenti.
Chiodatura ottima.
Descrizione

La via attacca esattamente alla DX della via normale. Per raggiungerlo sconsiglio vivamente di passare dal lato nord della torre. Noi abbiamo fatto un breve tiro di trasferimento. Dalla prima lunghezza della via normale, arrivati al 1° spit, traversare a DX verso l’evidente cengia erbosa da cui parte la via.
L1 – 6A/A0 tiro inizialmente in arrampicata libera fino ad una cengia da cui partono una serie di vecchi spit e fittoni resinati molto ravvicinati che permettono di uscire da un tratto di roccia sfaldosa fino alla sosta.
L2 – 6A/A0 dalla sosta, si parte subito in artificiale per diversi metri fino a dove la distanza tra i fittoni si allunga e la qualità della roccia migliora notevolmente permettendo la scalata in libera, proseguire quindi verso SX oltrepassando lo spigolo della torre, ancora 3 fittoni e poi sosta (scomoda).
L3 – 6A+ il tiro piu bello di tutta la via e l’unico con roccia ottima. sale parallelamente al 3° tiro della Re Bonfanti, offre un’arrampicata molto bella e aerea su placca tecnica a reglette.

La via vera e propria finisce sul terrazzone antecima con possibilità di arrivare in vetta alla torre unendo l’ultima lunghezza della Re Bonfanti di 6B+ o più a sinistra dalla via normale.

Discesa in doppia sulla via normale.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Primi salitori: Aristide Galbusera - Leonardo Annovazzi, Novembre 1975.
lc1409
25.05.2020

Condizioni

Link copiato