Founs (Rocce) quota 2762 m da Pian della Regina per il Vallone Cumbal del Rio

Founs (Rocce) quota 2762 m da Pian della Regina per il Vallone Cumbal del Rio

Dettagli
Dislivello (m)
1048
Quota partenza (m)
1714
Quota vetta/quota (m)
2762
Esposizione
Sud-Est
Grado
BR
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio
Locanda Regina al Pian della Regina. tel. 0175-94907. www.locandaregina.com

Avvicinamento
Si raggiunge Paesana (via Saluzzo o via Cavour, a seconda della provenienza) e si prosegue per la valle Po superando Crissolo, si piega sulla stretta stradina asfaltata (SP234) che superata la frazione Serre Uberto raggiunge infine l’ampio pianoro del Pian della Regina, dove si trova un ampio piazzale per parcheggiare l’auto. La strada viene tenuta aperta e pulita tutto l’anno.
Note
Le Rocce Fons sono un modesto nodo orografico del tratto di cresta fra il Colle della Gianna e il Col d’Armoine, dove verso nord si origina la cresta che conduce alla Rocca Nera. La cima è costituita da due elevazioni rocciose, la più elevata è quella orientale che si tocca aggirandola sul versante Val Pellice. La quota 2762 m, posta circa 600 più a SO, è invece il punto culminante di questo tratto di cresta fra i due colli.
La prima parte del percorso si svolge sulla strada che conduce al Pian del Re e il Vallone Cumbal del Rio (itinerario in comune con la salita alla Punta Sea Bianca) e poi si sale sull’ampia dorsale SE scavalcando il Truc Teston e mantenendo il filo fino all’ampia cima. I tratti ripidi sono pochi e non ci sono particolari difficoltà.
Il periodo ideale per salire questa cima va da dicembre a marzo.
Descrizione

Dal piazzale del Pian della Regina, si inizia a salire lungo la strada (o un sentiero che taglia alcuni tornanti se visibile) che sale verso il Pian del Re, dopo tre tornanti si apre alla nostra destra un valloncello (Cumbal del Rio) che va risalito. Il Vallone viene risalito al centro, su pendi di moderata inclinazione si prende gradualmente quota fino a raggiungere un pianoro (Pian Grande dei Fons 2250 m dove il vallone si allarga. A questo punto si trascurano le eventuali tracce che proseguono al centro del vallone e che verso destra portano in direzione del Colle della Gianna e della Punta Sea Bianca. Si risale il pendio di sinistra (abbastanza ripido) senza percorso obbligato raggiungendo una piccola sella alla base della dorsale SE nota come la Sellaccia 2369 m. Si prosegue sul filo dell’ampia dorsale, superando la modesta elevazione del Truc Teston 2484 m, quindi superato un tratto più ripido si piega a sinistra e, attraversata una vaga conca. si raggiungono le roccette che contraddistinguono il punto sommitale. La cima è costituita da due elevazioni rocciose, la più elevata è quella orientale che si tocca aggirandola sul versante Val Pellice.
Variante di salita: si può raggiungere la meta anche salendo al Pian del Re, quindi proseguendo nel vallone in direzione del Colle delle Traversette fino al Pian d’Armoine. Da qui, piegando a destra, senza raggiungere il colle omonimo, si raggiunge la dorsale sud, rimontando la quale si perviene alla cima. E’ anche possibile salire al col d’Armoine e raggiungere quindi la vetta aggirando il primo tratto di cresta (roccette) sul versante NO (Val Pellice).
In discesa si segue a ritroso lo stesso percorso di salita una delle varianti.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC foglio 10. Monviso-Sampeyre-Bobbio Pellice. scala 1:25000 ; Fraternali foglio 10. Valle Po-Monviso. scala 1:25000
ste_6962
09.03.2019
2 anni fa
3 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
12 anni fa
13 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato