Fleurie (Punta) traversata di cresta dalla Punta Arpisson per la Punta Coppi

Fleurie (Punta) traversata di cresta dalla Punta Arpisson per la Punta Coppi

Dettagli
Dislivello (m)
1600
Quota partenza (m)
1787
Quota vetta/quota (m)
3258
Esposizione
Tutte
Grado
AD-

Località di partenza Punti d'appoggio
struttre ricettive varie a Cogne e dintorni

Note
Lunga traversata di cresta di media difficolta' in ambiente severo. Roccia di mediocre qualita' in generale piu' solida sul filo. Da intraprendere solo con condizioni meteo stabili. Di esclusivo interesse per amanti di questo genere di salite poco o nulla conosciute, volti alla ricerca alla solitudine e al contatto stretto con la montagna vera.
Avvicinamento
Da Cogne si sale alla frazione di Gimillian. A monte del paese in uno spiazzo adibito a parcheggio si lascia l'auto.
Descrizione

Da Gimillan con segnavia 3b all’inizio corte serpentine poi via via sempre più lunghi diagonali in direzione nord fino a Tzaplana (ruderi). Il sentiero continua ripido ora in direzione nord ovest fino ad una spalla erbosa dove e’ posta una madonnina q.2706m) e paravalanghe nei dintorni. Senza più abbandonare il filo di cresta si prosegue in direzione nord est fino a toccare la prima delle elevazioni che porta il nome di Punta Arpisson 2978 m. Ora la cresta assume contorni più netti e le prime difficoltà emergono rapidamente. Con spostamenti dal filo per una progressione veloce uno spigolo affilato ma di roccia buona e una paretina fessurata (passo di III°) di ottima roccia. Ancora un tratto di misto un’ultima impennata e si arriva sulla Punta Coppi. La cresta che segue di aspetto sempre più arcigno con arrampicata sul filo alternata a passaggi su cengie salite e ridiscese di sella in sella conduce alla terza elevazione di un certo interesse che porta il nome di Torre d’Arpisson 3231 m. Proseguendo sul filo o scostati di poco sul lato Grauson una seria di saliscendi e alcuni tratti delicati in forte esposizione si arriva sul sommo della quarta e ultima elevazione la Punta Fleurie 3258 m a ridosso della più alta e imponente Punta Garin. Per rampe cenge e canalini lato Grauson si guadagna la pietraia che consente il rientro ad anello per la Val Crot Fleurie a riprendere il sentiero alle alpi Grauson vecchie che con percorso molto articolato sul lato destro orografico riporta a Gimillan ( dalle 11.alle 12 ore per il giro completo di avvicinamento traversata più rientro ad anello, calcolare dalle 7 alle 8 ore per la sola traversata di cresta)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Notizie sulla traversata sulla guida alpinistica di Franco Brevini, dove vi è cenno di una traversata con arrivo in punta alla Garin con esclusione di tutta la prima tratta della cresta comprendente la salita della punta Arpisson e della Coppi che sono state evitate.
Cartografia:
IGC 1:50:000 Il parco Nazionale del Gran Paradiso n.3
Bibliografia:
Gran Paradiso itinerari alpinistici e scialpinistici di Franco Brevini Mesumeci Editore
enzo51
06/09/2016
5 anni fa
6 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1800m 150m

Cogne – Gimillan

Webcam
Stazione Meteo 1470m 2Km

Cogne – Crétaz

Stazione Meteo 2279m 3.5Km

Cogne – Grand-Crot

Stazione Meteo 1682m 4.3Km

Cogne – Valnontey

Stazione Meteo 1613m 4.6Km

Cogne – Lillaz

Stazione Meteo 2280m 7.5Km

Gressan – Pila-Leissé

Webcam 2612m 7.6Km

Pila Couis

Webcam
Webcam 1897m 8.8Km

Gressan – Pila

Webcam
Link copiato