Ferra (Monte) parete N

Ferra (Monte) parete N

Dettagli
Dislivello (m)
1430
Quota partenza (m)
1664
Quota vetta/quota (m)
3094
Esposizione
Nord
Impegno
III
Difficoltà tecnica
5.1
Esposizione
E4
Tipologia
Parete

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Savigliano

Note
Discesa in ambiente isolato e selvaggio: dalle grange son 900 metri di dislivello. La parete nord del Ferra è ben visibile da Pontechianale, a monte del paese poco prima della strada per il rifugio Savigliano. Sovente appare magra di neve perché risaltano le asperità rocciose, ma non è cosi’: già dalle prime nevicate si carica di neve instabile portata dal vento, bisogna fare molta attenzione ed andare nei momenti giusti, subito ad inizio stagione oppure decisamente verso aprile se la neve è di nuovo assestata, infatti era stata scesa per la prima volta da Andrea Schenone e Silvana, ad aprile 2003. Solo i cascatisti possono godersela anche in inverno, perché le linee di ghiaccio rimangono generalmente pulite.
Descrizione

Da Pontechianale inoltrarsi nel vallone di Fiutrusa sino alle grange Bondormir, risalire il conoide sino alla base dell’evidente cascata di ghiaccio “Couloir Ghigo”, spostarsi sulla destra e prendere una rampa diagonale che, ascendendo da destra a sinistra, attraversa la cascata e dopo un ripido risalto conduce alla parete vera e propria. Si esce sulla cresta poco ad est della vetta.
Bella discesa, difficoltà valutabile 5.1 con discesa diretta dalla croce di vetta, un po’ più facile se si parte più a sud-est , sempre dalla cresta di vetta.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Igor Napoli - Voglia di Ripido
mariomonaco
10.12.2016
4 anni fa
8 anni fa
10 anni fa

Condizioni

Link copiato