Cristalliera (Punta) Torrione Centrale, Via Marco e Giuliano

Cristalliera (Punta) Torrione Centrale, Via Marco e Giuliano

Dettagli
Dislivello avvicinamento (m)
520
Sviluppo arrampicata (m)
180
Esposizione
Ovest
Grado massimo
6c+
Difficoltà obbligatoria
5c
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a1

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Selleries

Note
Utili Friends fino al 4 (doppi dal grigio al 3), serie di eccentrici completa.
Avvicinamento
salire al Torrione centrale, a sinistra passare l'attacco della Gay-Ghirardi, arrivare alla base della Fessura Ovest, si attacca alla sinistra (fessure con due chiodi visibili).
Descrizione

Si è alla base di una caratteristica parete biancastra solcata da due fessure e interrotta dopo una ventina di metri da due tetti fessurati molto simili. La via percorre inizialmente la fessura di sinistra parallela alla Fessura Ovest, la intreccia dove questa traversa a sinistra per proseguire lungo una splendida fessura a poca distanza dal Gran Diedro Ovest.
1-Attaccare il diedro rampa come per la fessura Ovest ’69, dopo 4 m salire verticalmente una serie di fessure leggermente verso destra, e ristabilirsi su un gradinetto rotto (V+ 2 chiodi), obliquare a sinistra e tramite fessura obliqua verso sinistra passare lo spigoletto arrotondato, seguirlo (III) per raggiungere un comodo punto di sosta con molti blocchi staccati.. 25 m.
2-uscire a destra e con bella arrampicata ad incastro portarsi alla radice del tetto a “V” (V VI+ e A0), superarlo (A1, A2, eccentrico incastrato), continuare lungo la bellissima fessura verticale (A1 VI V+ 2 nut incastrati); dove questa termina proseguire ancora verticalmente per alcuni metri (V-) e raggiungere a sinistra un ottimo terrazzo esattamente al termine del traverso della fessura Ovest (chiodo).
3-Alzarsi un metro e attraversare a destra per un’esile lama per 5-6 metri (chiodo), uscire verticalmente per un fessurino, raggiungere una comoda cengia-rampa, portarsi a destra e continuare per la larga fessura verdastra obliqua per circa quindici metri: sostare quando si è a due metri dal fondo del diedro (VI VI+ A0) Sosta interamente da attrezzare.
4-Continuare verticalmente lungo la fessura verticale A1 V+, proseguire diritto sotto ad una parete rossastra caratterizzata da enormi blocchi. Superarla direttamente (V- V) e vincere uno strapiombo a sinistra (V+). Si esce così all’altezza della caratteristica lama orizzontale, termine delle altre vie. In breve slegati in vetta.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Marco Conti, Mirella Becciu, 8 agosto 1986.
Bibliografia:
Cristalliera Rinnovata - G. C. Grassi
attila89
05/07/2015
6 anni fa
Link copiato