Curnaliot (Bec di) Goulotte Nord-Est

Curnaliot (Bec di) Goulotte Nord-Est

Dettagli
Dislivello (m)
700
Quota partenza (m)
1230
Quota vetta/quota (m)
1910
Esposizione
Nord-Est
Grado
AD+

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Jervis alla conca del Prà

Note
Evidentissimo canale/goulotte che percorre un diedro della parete a monte della cascata dei Pian dei Morti, ben visibile lungo quasi tutta la pista che da Villanova raggiunge la conca del Prà.
Itinerario di alpinismo d'antan costituito da 3 porzioni: una cascata di ghiaccio iniziale, una parte di misto e goulotte ghiacciate mediana e una parte finale su ripidi pendii nevosi.
Difficoltà: 2/2+ WI (50m), 55-60° su neve su 300m di dislivello.
Da affrontare in condizioni di assoluta stabilità del manto nevoso.
Materiale necessario: corda da 60m, 6-8 viti da ghiaccio (di varie lunghezze), cordini.
Avvicinamento
Da Villanova seguire il sentiero che si allaccia alla pista estiva all'altezza di Mirabuc. Proseguire lungo la pista fino ai tornanti del Pian dei Morti e quindi abbandonarla quando si è sotto la verticale dell'evidente diedro.
Descrizione

Dalla pista del Prà rimontare la ripida conoide (40-45°) fino alla base della colata di ghiaccio iniziale (eventuale sosta da attrezzare su ghiaccio o sulle pareti compatte sulla dx, prevedere nut grandi o friend medio/grandi).

Risalire la colata che presenta un primo risalto ripido (70-75°) e poi prosegue più facile fin sotto ad una strozzatura, al di sopra della quale si sosta (da attrezzare su tronco incastrato se fuori neve, 50m).

Proseguire ora su ghiaccio meno inclinato e neve ripida, passare una curvatura e quindi affrontare una divertente goulotte in ghiaccio (30m, 60°) che esce sulla dx con un possibile passo di misto. Affrontare un ripido pendio nevoso (55°) e quindi frontalmente un’ultima breve colata di ghiaccio (65°). Passata questa sezione, si esce sul pendio nevoso finale che con pendenze sostenute e un’uscita ripida (55-60°, spesso accenno di cornice) dà accesso alla cresta erbosa fra il Bec di Curnaliot e le Grange del Pis  dove termina l’itinerario, con ottima vista sulla conca del Prà e le sue cime.

Discesa: scendere a vista i prati esposti a S a monte del rifugio Jervis, quindi prima di raggiungerlo prendere a sx il sentiero che raggiunge la pista a valle del ponte sul torrente.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
R. Boulard e soci, fine anni '70.
Cartografia:
Fraternali 1:25.000
abo
20/02/2021
3 mesi fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2294m 2.9Km

Colle Barant

Stazione Meteo
Webcam 2450m 8.2Km

Prali – Bric Rond

Webcam
Webcam 2200m 8.5Km

Prali – la Capannina

Webcam
Webcam 1480m 9.5Km

Prali – Malzat

Webcam
Link copiato