Clot Lapierre (Tête de) da Villanova

Clot Lapierre (Tête de) da Villanova

Dettagli
Dislivello (m)
1550
Quota partenza (m)
1225
Quota vetta/quota (m)
2730
Esposizione
Varie
Grado
EE/F
Sentiero tipo, n°, segnavia
115, 119 e bolli viola

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Sara Salvasera nei pressi del colletto del Palavas.
Rifugi ed alberghetti alla Conca del Prà.


Note
Vetta tipicamente non nominata sulle mappe italiane.
Avvicinamento
Raggiungere l'ingresso della val Pellice a Luserna San Giovanni, quindi Torre Pellice, Bobbio Pellice poi Villanova, posteggio a pagamento dal 1 Aprile al 31 Ottobre, dal parcheggio proseguendo a dx sulla strada sterrata si troveranno posteggi non a pagamento.
Descrizione

Da Villanova si passa all’interno del vicolo fra le case, seguendo le indicazioni per il Rifugio Jerviis; si supera una fontana poi la strada diventa sterrata, ignorare una prima deviazione a sx proseguire fino a incontrare una successiva deviazione sempre a sx sotto una bella baita (cartelli) si supera un ponte di legno e si prosegue su mulattiera fino a innestarsi sulla strada sterrata che conduce alla Conca del Prà.

Seguire la strada sterrata e in alcuni tratti sfruttare il sentiero che taglia via i tornanti fino a raggiungere la comba del Prà e la sua bellissima conca. Poco prima del rifugio Jervis prendere a dx (cartello) una strada sterrata per il colle dell’Urina che sale in direzione di due casette nascoste fra i pini e poi diventa sentiero.
Sempre seguendo il sentiero si toccano i ruderi delle Grange del del Pis che si lasciano a destra, per salire lungo la dorsale boscosa sino a raggiungere i ruderi delle Barricate (casermetta). Il sentiero ora scendendo qualche metro a destra entra nel vallone dell’Urina che si percorre sulla bordo sinistro, dapprima per prati (pascoli nel periodo estivo) poi per zone caratterizzate da colate detritiche dove il sentiero per un tratto diventa più sdrucciolevole, quindi si raggiunge la sorgente del Fontanone che sgorga da sotto la pietraia che proviene dal Monte Palavas. A sinistra si individua una traccia (segnalata con ometto e bolli viola) che porta nella valletta per il Colletto del Palavas ed il bivacco Sara Salvasera.

Senza superare il guado sotto al Fontanone si segue il sentiero ed i suoi bolli viola fino a giungere al bivacco Salvasera nei pressi del Colletto del Palavas. Qui si svolta a sinistra e si segue la facile cresta su comodo sentiero fino alla quota 2677 dove iniziano le difficoltà.
Ci si cala all’intaglio tra anticima e cima dal versante francese (espostissimo il lato italiano!) e si prosegue con traversi molto delicati su rocce talvolta saponose fino a giungere con un tratto più facile sulla vetta.

 

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carte de Randonnèe 3637OT Mont Viso 1:25000
rfausone
09/10/2021

Nelle vicinanze Mappa

3 settimane fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2294m 2.8Km

Colle Barant

Stazione Meteo
Webcam 2450m 8.2Km

Prali – Bric Rond

Webcam
Webcam 2200m 8.5Km

Prali – la Capannina

Webcam
Webcam 1480m 9.5Km

Prali – Malzat

Webcam
Link copiato