Bione (Colle) da Chiusa San Michele, discesa Sentiero Presa delle Rose-Sentiero Principi

Bione (Colle) da Chiusa San Michele, discesa Sentiero Presa delle Rose-Sentiero Principi

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
371
Quota vetta/quota (m)
1430
Lunghezza(km)
40
Esposizione
Tutte
Difficoltà salita
MC+
Difficoltà discesa
MC+

Località di partenza Punti d'appoggio

Descrizione

Si lascia l’auto nel comodo parcheggio di chiusa di San Michele
La salita al Colle Bione è la classica passando dalla Sacra,Colle Braida dove ci si rifornisce di acqua.Dal piazzale seguire l’evidente sterrata che va al Colle Bione(attenzione seguire sempre a dx).Arrivati alla fine dello sterro dopo brevi ma duri strappi,si imbocca il sentiero che attraversa un magnifico pascolo.Se si segue il sentiero che si trova a sx(bolli gialli),si evita di fare la mulattiera che ha un fondo irregolare.Quindi si arriva alla bellissima chiesetta Madonna della Neve a 1441 mt.Dopo essersi riposati ed aver bevuto alla fontana(cartello indicatore),si riparte per il sentiero dei Franchi in salita e si segue la grande cresta a 1480 mt di altezza(praticamente si passa più in alto del grande pascolo).Dopo due brevi strappi,si fa un bel sentiero in discesa abbastanza tecnico e si confluisce sulla strada sterrata percorsa all’andata.Arrivati all’evidente palina segnavia in legno,si imbocca il sentiero molto tecnico che porta a Prese delle Rose.Attenzione al primo tratto con scalini in legno!!!Sono comunque molte le deviazioni possibili che possono portare alla frazione Selvaggio.La regola è seguire la sx,e,tolti alcuni brevi tratti abbastanza difficili,il sentiero è uno spettacolo.Fondo liscio e regolare,con pendenza giusta per non prendere mai troppa velocità.Arrivati alle prese delle Rose si imbocca nuovamente la strada sterrata che dopo una leggera salita porta alla poderale che in breve giunge al Colle Braida.A questo punto si va in discesa verso la Sacra,e,subito dopo il parcheggio si imbocca il Sentiero dei Principi in salita a dx(palina in legno).A questo punto si fa ancora un piccolo sforzo per affrontare un’ultima salita,ci si riposa su una panchina da dove si gode un’ottima ed inconsueta vista sulla Sacra,e poi ci si tuffa in una discesa con un fondo molto sassoso.Sembra di tuffarsi nei laghi di Avigliana.Una volta sull’asfalto,si arriva al punto di partenza.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC n°17
mangiasalite
24.06.2018
2 anni fa
3 anni fa
5 anni fa
10 anni fa

Condizioni

Link copiato