Pan Perdù (Rocca di) dal Gias della Grotta per il versante SSO

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

note su accesso stradale :: buono

Ho attraversato il Rio Freddo, un pò prima del distrutto (da valanghe)nuovo Gias la Grotta, su tronchi e rami portati dall'acqua e poi su come descritto da chi mi ha preceduto. Si passa un piccolo pianoro con ricovero di fortuna (foto), poi un'altro con vecchio recinto di pietrame a secco (foto). Dopo un 1° ripiano morenico (massi e pietrame)arrivo all'inizio del vallone terminale (h 3) percorro l'interminabile vallone di massi accatastati (h 1,30)poi il pendio erboso a Sx (E+) sino alla selletta, quindi per crinale (F un passo di PD) e infine il canale a Dx (F) sino al ricostruito ometto di vetta (foto)h 2 (tot h 5 di salita). Ritorno x gli sfasciumi del contrafforte. Per me è un pò più lungo passare nel vallone ma meno faticoso.
Ero solo (faccio spesso solitarie) ma col GPS, tenuto conto anche del tempo incerto e di un pò di nebbia. Sono veramente soddisfatto tenuto anche conto dei miei 81 suonati.
Nota: posto veramente selvaggio ma rende tristi vedere il cimitero di tronchi (enormi) di pino lungo la Valle del Rio Freddo, abbattuti dalle valanghe dell'inverno scorso.



Gita caricata il 02/10/09

Le foto

Riparo
Recinto
Vetta
Descrizione completa dell'itinerario