Manico del Lume (Monte) da Recco, traversata a Rapallo

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

note su accesso stradale :: Parcheggiare in Via della Nè (Ristorante Manuelina)

Noi abbiamo fatto la Salita della Madonnetta, che inizia 80 m prima del ristorante. A quota 200 m circa si incrocia una strada asfaltata, che si segue in salita fino al termine (nascosto dalla vegetazione, lo sfiatatoio della galleria dell'A12 porta fin quassù il rumore del traffico!). Con percorso non segnato ma evidente si prosegue prima su sterrata e poi su sentiero fino ai Piani di Caravaggio, dove si trova il segnavia "triangolo rosso vuoto" proveniente dalla Stazione di Recco. Noi abbiamo raggiunto il Santuario e poi siamo scesi lungo il crinale al Passo del Gallo, dove abbiamo ritrovato il segnavia che abbiamo seguito fino alla vetta del Manico del Lume. Meritata sosta per godere del sole e dello splendido panorama e rientro per lo stesso percorso, evitando però la salita al Santuario.
Gita "ridotta" causa impegni vari. Con Gianni e Mauro.
Lungo le pendici del Monte Bello la sorgente distillava preziose gocce d'acqua.
Trovato il Manico del Lume ingabbiato da inutili catene, che in diversi casi ignorano addirittura il percorso più logico e più semplice.
Trent'anni fa (una ventina tra adulti e bambini di tutte le età) c'era una sola catena, dov'è necessario, e siamo saliti senza problemi.
L'ultima parte dall'anticima alla cima è da percorrere con estrema attenzione in caso di rocce bagnate.

Gita caricata il 08/12/16
Descrizione completa dell'itinerario