Avernet, Montseti, Mont, Rutor (Colli) da Bonne, giro della Testa del Rutor

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Tutte
quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 3373
dislivello totale (m): 2300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: brusa
ultima revisione: 13/04/17

località partenza: Bonne (Valgrisenche , AO )

punti appoggio: Rifugio degli Angeli, rifugio della Sassiere e rifugio d 'Archeboc

accesso:
Risalire la Valgrisenche fino al termine della strada aperta al traffico veicolare nella stagione invernale (loc. Bonne).

note tecniche:
L' anello si sviluppa in parte in territorio francese. Coltelli e ramponi possono far comodo per la salita al col du Rutor. Sono numerose le varianti che si possono apportare a questo anello, abbreviandolo o allugandolo con l'inserimento di qualche cima (Rutor, Bec du Lac e ecc.).
Gita consigliabile prima che la strada di Usellières venga sgomberata dalla neve per evitare un lungo tratto a piedi.

descrizione itinerario:
Fino al col del Rutor l'itinerario è in comune con la classicissima salita all'omonima cima. Dal colle si traversa il ghiacciaio in direzione del Col Avernet (3.332 mt con breve spintage). Si scende il ghiacciaio dell'Invernet (abbastanza ripido), facendo attenzione alle valanghe che scendono dalla Becca du Lac. Arrivando a quota 2.400 mt circa, si lascia il vallone deviando alla propria sx in direzione del col de Montseti (2.520 mt). Giunti al colle, si divalla in traverso in direzione del sottostante rifugio di Archeboc (2.030 mt). Ultimo "ripellaggio" per raggiungere il col du Mont che permette di rientrare in Italia. Seguendo la strada che in inverno non viene sbomberata dalla neve per pericolo valanghe, si chiude l'anello tornando all'auto.