Corso del Cavallo (Monte, cime Est e Ovest) da San Giacomo di Demonte

tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota partenza (m): 1270
quota vetta/quota massima (m): 2170
dislivello totale (m): 900

copertura rete mobile
tim : 40% di copertura

contributors: Camus74
ultima revisione: 10/03/15

località partenza: San Giacomo di Demonte (Demonte , CN )

cartografia: Mappa IGC n.7 Valli Maira,Grana,Stura.

accesso:
Risalendo la valle Stura si raggiunge Demonte, dove sulla destra si trovano indicazioni per il vallone dell'Arma e il colle Fauniera.
Si segue la strada senza possibilità di errore toccando numerose frazioni ultima delle quali S.Giacomo dove solitamente viene chiusa nel periodo invernale (grosso piazzale prima del paese)

note tecniche:
La classificazione BR e' dovuta soprattutto alla difficolta' di orientamento sulla costa boschiva in mancanza di una traccia precedente.

descrizione itinerario:
Lasciata l'auto poco prima di S.Giacomo si scende brevemente verso il fiume e passati sul ponte si raggiungono e si attraversano le poche case di borgata Mori.
Si prosegue a sinistra sul fondo innevato di una stradina e poco dopo si ritorna verso destra per risalire tutta la costa boschiva, non fittissima,posta sulla verticale della borgata.
Con orientamento non facile si arriva al suo termine che culmina con un promontorio,lato vallone dell'Arma, dove c'e' una torretta d'osservazione; scendendo alcuni passi si giunge alla Sella di Gorre'(mt1700), dove si incrocia la
sterrata proveniente da Porracchia (che prosegue a sx fino alla Testa di Peitagu' e a dx lungamente sotto la dorsale del Corso del Cavallo).
Proseguire sulla stradina innevata fino allo spartiacque denominato Pra di Giacu (mt.1807) oppure, sul pendio diretto che conduce sulla dorsale arrivando poco a sinistra del Corso del Cavallo Est; da qui in pochi minuti sulla piatta cima con grande ometto. Continuando la dorsale si giunge alla cima Ovest dove non c'è nessun ometto.
Volendo si può continuare la dorsale fino al Monte di Vinadio facendo attenzione alle cornici di neve che si formano solitamente sul crinale. Per la discesa si può scendere dal percorso di salita oppure tra la cima Ovest e la Est si può scendere con neve sicura sui due canali abbastanza ripidi che conducono un po' sopra S.Giacomo. Attraversare il Torrente a monte di S.Giacomo su ponticello e si giunge sulla strada che conduce al Fauniera completando l'anello.