Miage (Domes de) traversata est-ovest

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1175
quota vetta (m): 3673
dislivello complessivo (m): 3000

copertura rete mobile
vodafone : 33% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 60% di copertura

contributors: sam
ultima revisione: 18/02/10

località partenza: Le Cugnon (Les Contamines-Montjoie , 74 )

punti appoggio: ref. des conscrits

cartografia: g. rebuffat

bibliografia: g. rebuffat

note tecniche:
Splendida salita, ambiente severo e poco affollato.
Gita lunga sia il primo giorno, ma soprattutto il secondo.
Circa 7/8 ore il giro completo, senza fretta.
Il dislivello tiene conto dei numerosi saliscendi dell'avvicinamento al rifugio e di quelli della cresta.

descrizione itinerario:
Primo giorno:
Dal grande posteggio di La Bottiere (presso Le Cugnon) seguire i cartelli per il rifugio di Tre la Tetè. Cartina alla mano... basta scegliere il percorso che piu' piace (lungo e facile al primo bivio a SX ,oppure piu breve, salita continua ma...all'ombra al bivio a DX)> seguire poi al prox bivio scegliere per il sentiero piu evidente (diritto). a circa 1450 metri al bivio seguire a SX.
Al prox bivio seguire a DX e poi da qui al rifugio (dal posteggio circa 2 ore). Dopo rifugio di Tre la Tetè proseguire per il sentiero che porta al refuge des Conscrits. Dal 2013 è stato aperto un sentiero attrezzato nei punti più impegnativi con canaponi e un ponte tibetano che con saliscendi passa a mezzacosta (non si risale più lungo il ghiacciaio e la via ferrata). Seguire le indicazioni e i bolli blu (circa 2,5/3 ore dal Tre la Tetè).

Secondo giorno :
Partenza alle spalle del rifugio e seguire la traccia o gli ometti che portano verso est dopo circa un'oretta di leggera salita, sul ghiacciaio di Tre la Tetè. Seguire più o meno al centro del ghiacciaio o la traccia in direzione del Col Infranchissable, quindi salire sulla sx fra enormi crepacci fino al colle del Domes (circa 4 ore dal rifugio).
Da qui seguire verso est la cresta che porta in breve al Dome est, punto culminante del gruppo.
Tornati al colle, proseguire ora verso sud-ovest, seguire il filo della cresta con saliscendi (probabili cornici, occhio) fino al coreografico Dome centrale e quindi al Dome ovest.
Da qui scendere lungo il ripido scivolo ovest fino al colle de Beranger, quindi salire per roccette fino alla cima dell'Aiguille de Beranger)(1,5/2 circa dal colle des Dome).
Scendere brevemente lungo il versante S fino ad intravedere il lungo scivolo nevoso che porta alla base dell'Aiguille e poi, da qui, lungo nevai e rocce montonate, ritornare al rifugio.