Tourn (il) da Chiampernotto ad Ala di Stura per Monaviel

sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n° 240, segnavia bianco e rosso e triangolini viola nuovi nuovi (2014)
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 834
quota vetta/quota massima (m): 1675
dislivello salita totale (m): 930

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Bubbolotti mario-mont
ultima revisione: 14/09/14

località partenza: Chiampernotto (Ceres , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo

vedi anche: http://www.cailanzo.it/sentiero_chiampernotto_monaviel.htm

accesso:
Raggiunto Lanzo, si prosegue (senza entrare nel paese) per le Valli di Lanzo, e quindi deviazione per Val d'Ala, e Val Grande. Si continua fino a Ceres, e oltrepassato il centro abitato si superano le frazioni Voragno, Bracchiello e la terza è Chiampernotto; per il posteggio conviene scendere alle case sotto la strada, e lasciare l'auto nel piazzale antistante la chiesetta.

note tecniche:
Bella escursione ad anello da effettuarsi in tardo autunno o negli inverni senza neve, in quanto quasi tutta nel bosco, che precluderebbe la vista delle montagne circostanti.
L'ambiente è particolarmente selvaggio, specie sul lato Chiampernotto. Il sentiero però sempre buono e ben segnalato anche se molto ripido.
Se si vuol compiere l'anello, bisogna mettere in conto di tornare a Chiampernotto lungo la strada provinciale della Val d'Ala, oppure avere due auto a disposizione.

descrizione itinerario:
Dalla chiesetta di Chiampernotto si sale alla strada provinciale, che si attraversa, e si incontra l'inizio del sentiero a fianco di un garage (è il primo edificio del paese); segnavia bianco/rossi sul muro.
Si sale lungo il viottolo che poco oltre passa tra le ultime case, fino ad un cartello indicatore, sulla sinistra della casa più in alto (indicazioni Monaviel, palestra di roccia del Plù. Il sentiero, piuttosto ripido, sale nel bosco di castagni e roveri con strettissimi tornanti.
Si perviene dopo poco sul sentiero proveniente da Bracchiello (poco evidente a destra. Piegare a sinistra, e con altri ripidi tornanti passare poi a ridosso di una paretina rocciosa per proseguire verso ovest.
Procedendo si incontra una sorgente e dopo poco si vedono in alto le prime case di Monaviel 1282 m.
Sulla sinistra della piccola cappella il sentiero prosegue, passando fra i ruderi e giungendo nelle vicinanze di una radura molto panoramica (consigliabile la breve deviazione. Poco dopo si incontra un magnifico tasso secolare.
Il sentiero corre ora quasi pianeggiante tagliando il versante del vallone che proviene dal Monte Plù, mentre sulla destra si scorge a tratti ciò che resta di un piccolo canale che portava acqua a Monaviel.
Si superano due ruscelli, dopo il secondo si incontra un cartello con le due diramazioni possibili: si continua seguendo il sentiero 240 indicante Ala di Stura - Corbassere (l'altro sentiero porta alle pareti rocciose del Monte Plù). Si entra nuovamente nel bosco riprendendo a salire con molte svolte una forte pendenza, passando in una zona disseminata da rocce di grosse dimensioni.
Raggiunta una piazzola un tempo utilizzata come carbonaia, ormai si intravede il colletto con l'alpe Tourn 1620 m.
Per raggiungere la cima, poco distante, reperire una traccia poco evidente che - dal rudere taglia in diagonale verso destra e raggiunge una 'vena' di roccie e subito dopo una lieve traccia porta in vetta . il tutto consente di evitare il mare di rododendri che contorna la cima bifida del Tourn 1675 m (gran panorama).
Ritornati al rudere dell'alpeggio, il sentiero scende a sinistra su Ala di Stura, sempre nel bosco di faggi. Si supera un torrentello, con sentiero in parte franato, e si scende poi su ottimo sentiero con bella vista sulle Corbassere.
Con numerose svolte il sentiero si abbassa in breve e si raggiunge la frazione di Pian del Tetto.
Qui dove finisce il sentiero 240 si puo' imboccare il 239 (palina segnaletica) per Credarian e da qui scendere a Masone
Da qui in prossimità di un piccolo parco giochi scendere a destra fra le case e poi su sentiero pervenendo in breve alla frazione Pertusetto.
Poi è giocoforza scendere sulla provinciale fino alla frazione Chiampernotto, chiudendo l'anello.