Grigna Meridionale e Grigna Settentrionale per la traversata alta

difficoltà: EEA   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1280
quota vetta/quota massima (m): 2409
dislivello salita totale (m): 1800

copertura rete mobile
tim : 70% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: il.bruno
ultima revisione: 01/07/09

località partenza: Pian dei Resinelli (Ballabio , LC )

punti appoggio: biv. Ferrario, rif.. Brioschi, rif. Antonietta

bibliografia: E. Pesci, Guida Monti d'Italia Le Grigne, CAI-TCI 1998

note tecniche:
Percorso di lungo sviluppo, vario ed altamente panoramico, con difficoltà al limite tra escursionismo e alpinismo facile, che permette di salire entrambe le cime delle Grigne. Fattibile in giornata, ma è possibile dividerlo in due pernottando in vetta alla Grigna Settentrionale.
Tempo di percorrenza: 12-15 h.

descrizione itinerario:
Dal piazzale del Pian dei Resinelli si sale alla Grignetta (2177 m), preferibilmente lungo la più diretta Cresta Cermenati.
Dalla vetta con alcuni tratti attrezzati verso est lungo la Cresta Sinigaglia si raggiunge la bocchetta Federazione, da dove si scende a nord lungo l'omonimo canalino fino alla bocchetta di Giardino (2004 m).
Si lascia la traccia che scende verso il rif. Rosalba e per ghiaie e poi sentiero nell'amena conca di Campione si raggiunge la selletta del Buco di Grigna (1803 m). Lasciato il sentiero per il rifugio Elisa, si risale al di là a tratti con l'aiuto di catene su terreno friabile.
Raggiunta una cresta erbosa (Scudo Tremare, 1948 m), la si percorre verso nord con qualche piccolo saliscendi, con splendida vista sul Lario, fino alla base della successiva fascia rocciosa.
Le si risale sul lato ovest con l'aiuto di catene, dopodichè si percorre un traverso un po' esposto sul lato ovest della cresta.
Un ulteriore tratto attrezzato su una rampa obliqua da destra a sinistra, quindi si scavalca la cresta e quasi in orizzontale si aggira lo Zucco dei Chignoli, fino alla bocchetta della Bassa (2144 m), servita dal bivacco Merlini.
Da qui per il battuto sentiero che sale dal Pialeral si raggiunge la vetta.
Si torna alla bocchetta della Bassa e si continua sul versante est per il comodo sentiero che scende al Pialeral. Superato il rifugio Antonietta (1390 m), dopo qualche centinaio di metri si prende a destra la deviazione per la Traversata Bassa. Dapprima in orizzontale nel bosco, poi in discesa, sfiorando diverse cascine, si raggiunge ed attraversa il Pioverna a quota 1100 m circa. Tralasciate altre deviazioni, si prosegue in progressiva salita verso sud tra boschi e qualche radura alla visibile cascina di Pian Fontana, dopo aver attraversato le ghiaie del Gerone. Si raggiunge una sterrata che con lievi saliscendi ai piedi del versante sud est della grignetta riporta al piazzale.