Ray (Monte) da Diga della Piastra

L'itinerario

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 926
quota vetta/quota massima (m): 2318
dislivello salita totale (m): 1392

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 14/11/08

località partenza: Diga della Piastra (Entracque , CN )

cartografia: IGC 8 Alpi Marittime e Liguri

bibliografia: In Cima ed .blu I Michelangelo Bruno

note tecniche:
Modesta elevazione che si protende sull'abitato di Entracque. Nella prima parte l'itinerario, consigliato per una limpida e fresca giornata autunnale, segue la strada asfaltata di cantiere dell'Enel, che permette con percorso turistico l'accesso alla parte terminale, più impegnativa e, per l'assenza di segnaletica, insidiosa in caso di nebbia. La cima è uno dei migliori punti di osservazione sul versante settentrionale del gruppo Clapier-Maledia-Gelas.

descrizione itinerario:
In vista della Piastra, a quota 926 m, si origina sulla destra la strada di cantiere Enel (sbarra). L'itinerario segue costantemente l'ampia strada asfaltata che in poco più di 10 km raggiunge uno slargo a quota 1850 m dove si trovano un ripetitore passivo e un sismografo automatico.
Qui si abbandona a destra la strada che scende brevemente all'ingresso della galleria Finestra seguendo invece a sinistra un sentierino che segue il tracciato di una vecchie sterrata invasa da pietrame. Dopo aver lambito l'ingresso di una galleria termina il suo corso presso una seconda entrata (galleria Camera Valvole).
Si sale quindi sulla destra un pendio erboso e, dopo aver attraversato i ripidi solchi del Vallone Cugno, si raggiunge l'ampio crinale di erba che si segue fino in cima aggirando le roccette indifferentemente sui due lati.