Latemar (Cimon del) Sentiero attrezzato Campanili del Latemar

difficoltà: F
esposizione prevalente: Nord
quota base ferrata (m): 2600
sviluppo ferrata (m): 1250
quota massima (m): 2846

copertura rete mobile
wind : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: irui70
ultima revisione: 04/11/18

località partenza: Rif. Torre di Pisa o Bivacco A.Sieff (Predazzo , TN )

punti appoggio: Rifugio Torre di Pisa - Bivacco A.Sieff-Bivacco M.Rigatti

cartografia: Meridiani montagne Latemar e Val di Fiemme

accesso:
Alla Forcella dei Campanili dove inizia il percorso raggiungibile dal Rif.Torre di Pisa h.1.00 o dal Biv A.Sieff h.0.30.

note tecniche:
È l'itinerario che costituisce il maggior richiamo del gruppo del Latemar. Ferrata facile dove le massime difficoltà si concentrano dopo la Forcella dei Campanili,in un piccolo tratto della parte centrale e sull'ultimo tratto che porta al Biv.M.Rigatti.

descrizione itinerario:
Dalla Forcella dei Campanili prendere l'evidente traccia che sale alle Torri occidentali del Latemar. Lungo un sistema di cenge si traversa alti il versante meridionale del settore centrale del Latemar , passando dalla Forcella Diamantidi all'inclinato ghiaione che caratterizza il versante sud del Cimon del Latemar (Possibilità di salita,consigliato A/R h.1.00)
Si prosegue la ferrata con percorso più vario arrivando ad una discesa su pioli in una spaccatura di un canalone per poi risalire in breve portandosi in vista del Biv. M.Rigatti2620mt. raggiungibile scendendo gli ultimi metri di cavo attrezzato.
Dal bivacco possibilità di salire in h.0.40 allo Schenon 2800mt. ottimo belvedere.
Per il ritorno al Rif.Torre di Pisa o al Biv.A.Sief , dal Biv.M.Rigatti si segue il sentiero n°18 che traversa più in basso quasi parallelo alla ferrata alla base delle Torri del Latemar, arrivando così alla Forcella dei Campanili dove ci si congiunge al sentiero n°516.