Arzola (Monte) da Posio, anello per il Colle Vardlà e Punta Busiera

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1390
quota vetta/quota massima (m): 2158
dislivello salita totale (m): 800

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: mario-mont gi.po
ultima revisione: 30/03/19

località partenza: Posio (Ribordone , TO )

punti appoggio: Bivacco Blessent

cartografia: ICG n.3, MU edizioni 1/20.000 n° 05

accesso:
Da Cuorgnè percorrere la Valle dell'Orco fino a Sparone. Qui voltare a destra e percorrere tutto il vallone di Ribordone. Superare il capoluogo, raggiungere Talosio e poco dopo svolatre a sinistra per le borgate Posio e Ciantel.
Lasciare l'auto alla borgata Posio, piccolo parcheggio.

note tecniche:
Anello panoramico adatto ai mesi primaverili o autunnali.
Segnato solo fino a colle Vardlà, ma non vi sono grossi problemi di orientamento.
Dalla vetta ampio panorama sulle vette della valle dell'Orco e sul Gran Paradiso.
Difficoltà EE solo da poco prima del rudere 1640 m alla Punta Busiera.

descrizione itinerario:
Da Posio scendere sulla strada fino al tornante da dove parte sulla destra una sterrata (cartello Reis-Vardlà-Busiera).
Imboccare la sterrata e seguirla. Questa, passate alcune baite, diventa poi sentiero; seguendolo si arriva al colle Vardlà dominato sulla sinistra da una piccola punta chiamata Dente della Vecchia. Salita facile in vetta.
Dal colle salire pochi metri a destra e piegare poi a sinistra su una traccia che passa vicino a un caratteristico spuntone di roccia.
La traccia aggira quasi in piano il Roc delle Teste e perviene a una baita diroccata quota 1640 m (difficoltà ad individuare la traccia da sotto il Roc delle Teste al rudere). Da qui piegare a destra (rari ometti) su labile traccia che sale nel vallone.
Su prati si arriva alla cresta. Da qui piegare a sinistra e raggiungere la punta Busiera (arrivandovi capirete il perchè del nome!).
Da qui scendere al sottostante colle Busiera perdendo circa 100 metri di dislivello e risalire poi su tracce evidenti che puntano a destra in prossimità di un grosso masso, per poi piegare a snistra in direzione del rifugio Blessent e della grossa statua del Redentore che da qui è già visibile. Con un'ultima ripida salita si guadagna il rifugio .
Da qui per sentiero e poi per cresta prativa si guadagna rapidamente la cima dell'Arzola.
Si riscende per prati fino al rifugio e da qui seguendo a sinistra il sentiero GTA, si scende all'Alpe Arzola e si rientra a Posio