Verzel (Punta) e Punta Rama da Pian delle Nere

Verzel (Punta) e Punta Rama da Pian delle Nere

Dettagli
Dislivello (m)
1380
Quota partenza (m)
1510
Quota vetta/quota (m)
2439
Esposizione
Varie
Grado
EEA
Sentiero tipo, n°, segnavia
n° 913 con segni bianco/rossi fino al Verzel poi Itinerario attrezzato

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Fornetto (non custodito) – Bivacco Beltrando a Punta Rama

Note
Concatena il classico itinerario del Verzel (EE) e di qui prosegue con un tratto attrezzato, con passaggi aerei sul filo di cresta spartiacque, tra i valloni del Torrente Verdassa (comune di Frassinetto, Val Soana) e del Torrente Savenca (comune di Castelnuovo Nigra, bacino idrografico della Valchiusella). Percorso con ampi panorami su Valle Orco, Gran Paradiso e sulla pianura Eporediese.
Tempo dalle cave alla Verzel – 2 ore
Tempo dalla Verzel al Bivacco Rama – 2:30/3 ore
Poca acqua lungo il percorso

Avvicinamento
Da Cuorgnè risalire la Valle Sacra fino a Castelnuovo Nigra.
Seguire le indicazioni per "Cappella Visitazione" e proseguire fino a Pian delle Nere. Poi per strada sterrata abbastanza buona, proseguire fino al tornante dopo l'Alpe Frera (quota 1510).
Descrizione

Dall’Alpe Frera o da Pian delle Nere si risale la strada sterrata fino alle baracche della vecchia cava di quarzo.

Seguire il cartello che indica di salire a sx e dopo 200 m una freccia rossobianca indica di deviare ancora a sx e, seguendo i segni, si risale la dorsale dalla quale si scorge nitidamente il Rifugio Fornetto 2130 m, incassato nello stretto e ripido vallone. Raggiunto il rifugio, prendere il sentiero che piega a sinistra: seguendo sempre le indicazioni si raggiunge un colletto e da qui in breve si arriva in vetta risalendo per ripide balze erbose, sconsigliabili con molta neve o ghiaccio.

Dalla Punta Verzel 2406 m. il percorso segue pressoché integralmente il filo di cresta, con alcuni passaggi esposti, attrezzati con corde fisse ed alcuni gradini in acciaio.
Dal Verzel scendere il primo tratto attrezzato e al secondo cavo svoltare a destra, dove comincia l’itinerario escursionistico attrezzato. Raggiungere il filo di cresta e scendere alcuni tratti esposti ma sempre bene attrezzati.

Procedere sulla cresta che diventa più ampia e risalire alla punta Prafourà 2362 m. Ridiscendere al Col d’Asnì e sempre per cresta, raggiungere la cima del Monte Cavallo 2355 m. Scendere al successivo colletto, la cresta torna ad essere più esposta ed attrezzata, ed iniziare la risalita. Seguire il filo di cresta, con corde fisse presenti fino alla cima, dove è stato recentemente installato il bivacco Beltrando a Punta Rama.

Ritorno per l’itinerario di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Il sentiero attrezzato ed il bivacco sono dedicati a Marco Beltrando, geologo Alpino, ricercatore all’Università di Torino ed alpinista di Ivrea. Prematuramente scomparso su queste montagne l'8 dicembre del 2015.
Cartografia:
MU Edizioni – n° 03 Carta della Valchiusella
p-mike , bove-marco
10/10/2021

Nelle vicinanze Mappa

2 settimane fa
5 mesi fa
1 anno fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1100m 4Km

Santa Elisabetta

Webcam
Stazione Meteo 1240m 4Km

Colleretto

Stazione Meteo
Webcam 1100m 7.2Km

Cappia

Webcam
Webcam 1060m 8.9Km

Frassinetto

Webcam
Link copiato