Vecchio (Colle) da Villanova per la Conca del Prà e il versante Est (viassa)

Vecchio (Colle) da Villanova per la Conca del Prà e il versante Est (viassa)

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1250
Quota vetta/quota (m)
2686
Esposizione
Nord-Est
Grado
EEA

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Jervis, Rif. Granero, Agriturismo Catalin, Ciabot del Pra

Avvicinamento
Si risale la Val Pellice da Luserna San Giovanni, superando i centri di Torre Pellice e Bobbio, oltre il quale si prosegue sino a Villanova, dove termina l'asfalto. Qui si lascia l'auto, anche se nel periodo estivo c'è la possibilità di percorrere la sterrata fino al Rifugio Jervis, ma con numero limitato di passaggi, e parcheggio a pagamento.
Note
E' il più scomodo valico di collegamento fra la Val Pellice e la valle francese del Guil. Un percorso in parte attrezzato permette comunque di salirvi dal dirupato versante italiano. Questo percorso viene denominato "la viassa" (in dialetto "viaccia", dispregiativo di via). Consigliato l'uso di casco, imbrago e di una longe per autoassicurarsi. Percorso sconsigliato in caso di neve, ghiaccio o con terreno bagnato. Informarsi presso il Rif. Granero sulle condizioni del percorso.
Descrizione

Da Villanova si raggiunge tramite sentiero che interseca la strada sterrata il Rifugio Jervis alla Conca del Prà.
dal Rif. Jervis salire in direzione del Rif. Granero. A quota 2250 m circa abbandonare il sentiero per il rifugio per dirigersi a destra (est), attraversare il torrente Pellice (qui ridotto a rigagnolo) e risalire l’evidente conoide alla base della parete orientale del monte Barsajass. Al culmine del conoide si trovano dei bolli rossi di vernice e l’indicazione “colle vecchio”. Piegare a dx e imboccare una specie di cengia erbosa che solca la ripidissima parete di roccia marcia. Seguono dei tratti esposti attrezzati con corde fisse e cavi d’acciaio fissati con chiodi e fix alternati a tracce di sentiero. Prestare attenzione alla natura del terreno, costituito da sfasciume e detrito e alla qualità della roccia, in continuo sfaldamento. Attraversati con diagonale ascendente una serie di ripidissimi canali si raggiunge la cresta di confine poco a monte della depressione del colle vecchio, sito leggermente più a nord.

Discesa:
dal percorso di salita, oppure proseguendo verso nord in direzione del Monte Cappello, risalire la cresta di una cinquantina di metri, quindi tagliare a mezzacosta sul versante italiano (est), sopra una fascia di salti rocciosi, seguendo tracce di camoscio. Superato un poco evidente crestone, si prosegue in discesa in direzione nord, per ripidissimi pendii erbosi, puntando all’evidente conca alla base della parete, dove si incontra il sentiero per il Colle Vittona che permette di scendere comodamente fino all’alpeggio di Partia d’amunt al termine delle conca del Pra.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.7 Val Pellice, IGC 1:50000 n° 6 Monviso
marcog72
16.08.2019

Nelle vicinanze Mappa

1 anno fa
11 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2294m 2.9Km

Colle Barant

Stazione Meteo
Webcam 2450m 8.2Km

Prali – Bric Rond

Webcam
Webcam 2200m 8.5Km

Prali – la Capannina

Webcam
Webcam 1480m 9.5Km

Prali – Malzat

Webcam
Link copiato