Seguret (Monte) da Grange Hubert per la Via Rossa

Seguret (Monte) da Grange Hubert per la Via Rossa

Dettagli
Dislivello (m)
1200
Quota partenza (m)
1837
Quota vetta/quota (m)
2926
Esposizione
Sud-Est
Grado
EE/F
Sentiero tipo, n°, segnavia
541

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Percorrere la val di Susa, oltrepassare Exilles e girare a destra per Eclause e rifugio Levi-Molinari. Superato Eclause proseguire per circa 300 metri sempre su ottimo asfalto ed imboccare (a 4 km dal bivio dalla Statale 24) una sterrata a sinistra; la strada strettina, prosegue a lungo in discrete condizioni (ma è preferibile un'auto fuoristrada o almeno alta da terra) fino a raggiungere dopo circa 4,5 km il piccolo parcheggio (3-4 posti) che precede le Grange Hubert.
Note
Escursione molto consigliabile per il magistrale sentiero di avvicinamento al colle dell'Argentera, scavato nella roccia, utilizzando una mulattiera costruita dagli Alpini ai primi del novecento. Alcuni tratti sono particolarmente stretti (30 cm) ed esposti vertiginosamente su pendii strapiombanti.
Verificare di volta in volta lo stato della labile traccia; evitare assolutamente in caso di pioggia, neve, gelo.
Descrizione

Dal parcheggio, subito prima delle baite, prendere il sentiero a destra che sale decisamente; giunti a circa 2030 metri (dopo mezzoretta) ci si imbatte in un recinto (provvisorio) per ovini, sorvegliato da cani maremmani: si può (via più breve) proseguire diritto raggiungendo in breve una canaletta per l’acqua, che si segue e poi, sempre su evidente sentiero, giungere ai 2350 metri circa del Clot du Vallon (pianoro), si attraversa il torrente portandosi sulla destra idrografica e a circa 2395 metri ci si ricongiunge con il sentiero (da destra) della seconda opzione. L’altra possibilità è quella di lasciare il recinto dell’ovile, piegando decisamente a destra e, sempre su ottimo sentiero, arrivare ai 2485 metri dei ruderi di una caserma (palina indicatrice) posta sotto Casses Blanches: si svolta a sinistra e, perdendo alcune decine di metri, si percorre una ex mulattiera militare in parte franata che solca la parete occidentale di Casses Blanches per giungere ai 2395 metri del bivio.
Una serie di tornanti porta lentamente in quota, per poi piegare decisamente a sinistra e raggiungere il tratto più ardito e suggestivo dell’itinerario; dopo essere transitati accanto alla lapide Tabarini (2690 metri) occorre superare il ripido Rio Secco (attenzione e prudenza) e poi alcuni tratti il cui superamento da lontano pare impossibile: la traccia diviene esile e stretta (massimo 30 cm) ma consente di proseguire, fino ad uscire al colle dell’Argentera (2796 metri), dove si spalanca la vista sull’alta val di Susa. Salendo a sinistra su sentiero sempre ben tracciato si perviene in breve alla prima piccola croce del Seguret (2926 metri) e in pochi minuti alla seconda, più bassa e più grande: panorama meritevole.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Mulattiera e sentiero costruiti con maestria dagli Alpini in luoghi apparentemente inaccessibili
Cartografia:
IGC 25000
diecimilapiedi
04.08.2018
2 anni fa
3 anni fa
5 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato