Scala (Monte) – Amico Mio

Scala (Monte) – Amico Mio

Dettagli
Altitudine (m)
1600
Dislivello avvicinamento (m)
300
Sviluppo arrampicata (m)
110
Esposizione
Nord-Ovest
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
5a

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Lagoni

Note
Bella via in ambiente ameno.
Avvicinamento
Da Parma si segue la SP 6 per Langhirano, a Pastorello si volta a destra sulla SP13 per Corniglio/Bosco, qualche chilometro dopo l’abitato di Ghiare si imbocca ancora a destra la SP 116, si ritorna quindi sulla vecchia strada, si supera il Ponte sulla Parma e si prosegue per Bosco, seguendo le indicazioni Lagdei/Lago Santo/Lagoni sulla SP 86. Si raggiunge località “Cancelli” e si volta a sinistra su strada sterrata, la si percorre per 4 km e si raggiungono i laghi e il Rifugio Lagoni dove si lascia la macchina.

Lasciata la macchina nei pressi del Rifugio Lagoni si prende il sentiero segnato CAI 711 che costeggia il lato NO del lago. Si segue il bel sentiero che sale nel bosco fino ad un primo bivio dove si tiene la destra su sentiero 715 verso il Lago Scuro e il Monte Scala.
Percorsi pochi metri in salita al successivo bivio si prende il sentiero a sinistra verso il Passo Fugicchia. Si segue il sentiero in salita fino al passo, qui si abbandona e si seguono le tracce che portano alla base della parete Ovest del Monte Scala.
Si scende qualche metro si superano gli attacchi di altre vie della parete fino a raggiungere un evidente spigolo. L’attacco è poco oltre, ben evidenti 2 spit (1.30 h circa) e nome scritto su di una targhetta di metallo alla base.
Descrizione

L1 – si sale verticalmente alla sosta seguendo gli spit (III/III+). Negli ultimi metri il tiro si impenna e si sale su belle lame (IV) fino alla sosta su catena e tre spit con anello di calata (25 m – 6 spit).
L2 – oltre alla sosta bel passo (IV+), quindi si rimonta lo spigolo verso un tettino che si supera sulla destra, quindi per belle lame (V-), poi più facile su terreno erboso fino alla comoda sosta su terrazzino. Presenti due soste, una vecchia e una più recente su spit e catena (20 m – 7 spit).
L3 – si sale a sinistra dello spigoletto, quindi lo si risale con un bel passo (V), poi placca IV, infine si sale verticalmente con passo atletico appigliato (V-) fino alla sosta (30 m – 8 spit).
L4 – si sale a destra della sosta traversando leggermente, quindi verticalmente seguendo la fila di abbondanti spit e chiodi per belle fessure (V-), quindi si prosegue superando qualche altro tratto interessante con bell’arrampicata (V-) fino alla sosta (20 m – 5 spit nuovi oltre a chiodi e spit vecchi).
L5 – tiro chiave molto bello. Si sale a sinistra della sosta verticalmente su roccia molto appigliata (IV), quindi per fessure e roccia a buchi “granulosa” con bell’arrampicata. Si sale leggermente verso sinistra con passo esposto, quindi si sale per lame e buchi (VI). Usciti dal tratto impegnativo si supera qualche ultimo metro in arrampicata (III) fino alla comoda sosta finale su abbondanti catene e anelli di calata (25 m – 10 spit).

Discesa:
Dalla sosta si può scendere dalla normale, sentiero segnato che conduce direttamente al Lago Scuro. In alternativa, se si vuole percorrere un’altra via conviene scendere in doppia.
Ci si cala nel camino a sinistra dello spigolo Sud (parete opposta da dove si è saliti), si supera un primo terrazzino (con eventuale seconda sosta e anello si calata) e si prosegue a scendere fino ai prati sottostanti (50 m). Per tracce seguendo la cresta verso sud si raggiunge il Passo di Fugicchia.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Multigraphic foglio 14
Bibliografia:
Arrampicaparma, Alberto Rampini - Silvia Mazzani
puzzole
12/09/2020
4 mesi fa
4 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato