Reopasso (Rocche del) Biurca Sud Via dei Re

Reopasso (Rocche del) Biurca Sud Via dei Re

Dettagli
Altitudine (m)
820
Dislivello avvicinamento (m)
200
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Sud
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
5c
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a1

Località di partenza Punti d'appoggio
Busalla

Avvicinamento
Dall'uscita autostardale di Busalla si prosegue lungo la provinciale per Crocefieschi, arrivando fino alla piazza del Comune ove si consiglia di parcheggiare la macchina. Attraversato a piedi l'abitato si prosegue in direzione della chiesa e seguendo il segnavia quadrato giallo vuoto e le indicazioni per la ferrata Deanna Orlandini, si raggiunge in circa 25 minuti l'attacco della via indicato da una scritta gialla sulla destra del sentiero.
Note
La via si trova sulla parete Sud della Biurca, rilievo di conglomerato che torreggia sull'abitato di Crocefieschi. Recentemente è stato ripristinato anche il primo tiro della via, a partire dal sentiero che costeggia la parete, ad opera di Lorenzo Bodrato e Carlo Valente, infaticabili "restauratori" della Biurca.
La via si sviluppa sull'evidente contrafforte in direzione della perpendicolare della punta Sud della Biurca.
PERIODO CONSIGLIATO: tutto l'anno evitando le giornate estive particolarmente calde.

Descrizione

L1: dal sentiero si risale un breve muretto (III+), si prosegue per cenge (II) sino ad un secondo risalto (III) superato il quale si raggiunge la sosta con due spit e maillon. (30 mt 3 spit).

L2: si attacca un diedrino in leggero strapiombo, con uscita a sinistra ,6a (5 mt V+/A0); si traversa leggermente a sinistra fino ad un evidente tettuccio (2mt V); si supera direttamente lo strapiombo 6b(4 mt VI+/A1); si continua sulla verticale su terreno più facile obliquando leggermente a destra fino alla sosta con catene. (20 mt molti chiodi e spit nel tratto di A1).

L3: risalire direttamente sopra la sosta breve muro verticale (4 mt V+); proseguire su placca abbattuta e uscire su cenge con erba e pietrisco,traversare leggermnete verso destra per tornare su roccia solida abbandonando le cenge (8 mt III); proseguire sul filo dello sperone (resinati visibili) sino ad un evidente muretto friabile superato il quale si giunge in sosta (15mt III+IV). (30 mt resinati ravvicinati nei passaggi più difficili).

L4: si attacca il muretto leggermente a sinistra della sosta (2 mt III); si risale un vago diedro per uscire in prossimità di un cespuglio con cordino su una piccola cengia con pietre instabili (5 mt V ); si prosegue sullo spigolo risalendo per circa 3 mt, si obbliqua a destra su esile cengia per proseguire lungo la verticale dell’aereo spigolo sino alla sosta con catena su cengia inclinata (12 mt V ). (20 mt 12 resinati).

L5: dalla sosta superare due brevi pance (5 mt III+) ed uscire in vetta vincendo l’ultimo risalto ( IV+)con sosta su cavo della ferrata. (15 mt 4 resinati). Gli ultimi due tiri si possono unificare ma lo si sconsiglia poichè il numero elevato di protezioni impedisce lo scorrimento della corda. Tutte le soste sono attrezzate per eventuali calate.

DISCESA:
dalla vetta raggiungere il colletto tra le due Biurche seguendo il cavo della ferrata. Dal colletto si può scendere lungo la ferrata oppure raggiungere la cima della biurca Nord e scendere lungo la via normale (segnavia quadrato giallo vuoto). Si sconsiglia la discesa in doppia lungo la via visto l’elevato rischio di caduta pietre.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
I.Repetto L. Bodrato fine anni 70
Bibliografia:
I monti del mare (G.Pastine)
gecko
04.01.2020
7 mesi fa
1 anno fa
4 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
13 anni fa

Condizioni

Link copiato