Rat (Corno) Dell’Oro

Rat (Corno) Dell’Oro

Dettagli
Altitudine (m)
740
Dislivello avvicinamento (m)
440
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Sud-Est
Grado massimo
5a
Difficoltà obbligatoria
5a
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a0

Località di partenza Punti d'appoggio
San Tommaso

Note
Info prese dal sito dei "SASSBALOS"S
Avvicinamento
Da Valmadrera (LC) salire alla frazione Belvedere e parcheggiare nei pressi del termine della strada asfaltata. Qui proseguire su strada lastricata abbastanza ripida fino a raggiungere la cappelletta VARS. Qui imboccare il sentiero n. 3 (mulattiera) che piegando verso sinistra conduce alla frazione San Tomaso.
In corrispondenza dell'abitato imboccare la traccia che si stacca sulla destra (sentiero n. 5) e che dopo aver superato un altro bivio (con palina) sale in direzione della ferrata del Corno Rat. La ferrata ha inizio in corrispondenza del Sasso GGOSA. Salire la ferrata sino a raggiungere la sommità del Sasso (in alternativa è possibile seguire una ripida traccia sulla destra). Qui mediante una traccia di sentiero portarsi alla base della parete del Corno. Quasi in centro parete è facilmente identificabile il diedro obliquo della via Dell'Oro. Una targhetta in rame vi darà la certezza del giusto attacco.
Descrizione

1° tiro:
salire lungo l’evidente diedro e poco prima del suo termine spostarsi a destra in direzione della sosta. E’ possibile ‘rubare’ qualche spit all’itinerario adiacente. 35 Mt., IV°+, V°-.

2° tiro:
continuare a sinistra della sosta lungo un canale. Traversare poi a destra e rimontare rocce ora più solide e meno invase dalla vegetazione sino a raggiungere la sosta. Durante questa lunghezza sono presenti diverse soste appartenenti agli itinerari sportivi. Usare la sosta posta in corrispondenza di un comodo terrazzino con albero. 35 Mt., II°, III°.

3° tiro:
salire obliquando verso destra sino a raggiungere una fessura verticale oltre la quale si trova una nicchia, qui obliquare verso sinistra seguendo un’altra fessura. Risalire poi per terreno più semplice sino alla sosta. 30 Mt., IV°+, V°, VI° oppure V°+ e A0.

4° tiro:
salire il caminetto sopra la sosta sino a raggiungere il cavo metallico che consente di traversare verso sinistra sino ad un altro caminetto. Qui proseguire in verticale sino a raggiungere delle rocce più semplici che consentono di obliquare verso sinistra sino alla sosta.
35 Mt., V°, A0, V°, IV°, II°.
Discesa
E’ possibile scendere in due modi:
1-In corda doppia lungo gli itinerari sportivi della parete.
2-Proseguendo per roccette e piegando a sinistra lungo un’esile traccia di sentiero sino a raccordarsi con la ferrata che in breve riporta alla base della parete (soluzione da noi seguita).
Dalla base della parete rientrare alla macchina percorrendo a ritroso il sentiero d’avvicinamento.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Questo itinerario venne salito nel maggio del 1940 da Darvino e Pierino Dell'Oro. Nonostante tutt'intorno siano spuntati itinerari di arrampicata libera protetti a spit... questo itinerario è riuscito a conservare la chiodatura originale
Bibliografia:
LARIO ROC - FALESIA
mimi
26/11/2015
5 anni fa
Link copiato