Niera (Roc della) Cresta SSO

Niera (Roc della) Cresta SSO

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1868
Quota vetta/quota (m)
3177
Esposizione
Sud
Grado
AD+

Località di partenza Punti d'appoggio
bivacco Olivero

Note
La via è protetta con qualche chiodo e qualche spit. Alcune soste sono da collegare mentre altre si fanno su clessidre.
Il tempo previsto di salita della cresta è di circa 2 ore.
La via conduce all'anticima, circa 5 minuti dalla cima.
Il dislivello tiene conto di alcune risalite al ritorno.
Avvicinamento
Da Chianale salire in direzione dei laghi blu e poi prendere per il colle Longet (2649 m). Da qui su tracce, passando a fianco di una casermetta diroccata, verso nord si guadagna il colle Blanchatre (3088 m).
Descrizione

Da Chianale salire in direzione dei laghi blu e poi prendere per il colle Longet (2649 m). Da qui su tracce, passando a fianco di una casermetta diroccata, verso nord si guadagna il colle Blanchatre (3088 m).
L1 Dal colle Blanchatre salire verso destra in direzione dello sperone SSO interrotto da una prima cengia (III/III+). Sosta da attrezzare.
L2 Guadagnare quindi una seconda cengia passando per un diedro (IV-, 2 chiodi). Sosta su due fix.
L3 Spostarsi sulla destra e per una corta placca raggiungere un bel diedro aperto (III+, 1 spit). Sosta su due fix e cordone.
L4 Salire a sinistra per facili roccette e raggiungere una sosta sotto una placca liscia appoggiata (III). Sosta su un fix e cordone.
L5 Salire la placca (IV/IV+, 2 spit e 1 chiodo) e continuare con difficoltà minori fin sotto alcuni strapiombi. Sosta da attrezzare.
L6 Lungo il fondo del diedro superare lo strapiombo sovrastante (IV, 1 chiodo) e guadagnare una placca secondo un secondo strapiombo. Traversarlo verso sinistra (IV, esposto, 1 chiodo e 1 spit) e guadagnare il versante ovest (1 spit). Elevarsi per alcune fessure con percorso aereo sul bordo sinistro dello strapiombo (III, alcuni chiodi), raggiungendo l’anticima. Sosta da attrezzare.
Da qui in breve si raggiungere la cima con la croce.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Primi salitori: Piero de Matteis, Carlo Marchisio 1960.
Bibliografia:
Guida dei Monti d'Italia
ilamottu
11/07/2019
2 anni fa
4 anni fa
7 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato