Nara (Cima) da Pregasina, anello delle creste

Nara (Cima) da Pregasina, anello delle creste

Dettagli
Dislivello (m)
1180
Quota partenza (m)
532
Quota vetta/quota (m)
1376
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
522-529-430-422-101-130-422a-422b

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Nelle Alpi di Ledro si snoda il panoramico giro delle Creste di Pregasina è un percorso di trekking molto suggestivo con grande panorama sul Lago di Garda e la Valle di Ledro. Il percorso circolare che concatena varie cime è in parte storico poiché percorre dei vecchi sentieri e postazioni costruiti durante il conflitto della Grande Guerra con panorami vari che si affacciano sul meraviglioso e conosciutissimo lago.
Avvicinamento
In macchina da Riva del Garda o dal Lago di Ledro si sale al piccolo paese di Pregasina.
Descrizione

Dalla piccola località di Pregasina (TN), saliamo lungo il segnavia 422 e 429 sino a raggiungere la Bocca da Lè. Da qui si segue il sentiero 430 salendo nel bosco che pian piano si diraderà lasciando spazio alle prime creste panoramiche. Si arriva alla deviazione EE alpinistica (segnalata), che presenta alcuni e brevi passaggi d’arrampicata di I° grado, non eccessivamente difficili, ma abbastanza esposti, il passaggio può essere completamente aggirato proseguendo sul sentiero di sinistra. Si continua poi salendo sino alla Cima Strussia 1238mt. e successivamente alla piccola croce di Cima Bal 1259mt. ,bella la vista sulla Valle di Ledro e l’omonimo lago. Da qui, il sentiero continua nuovamente lungo la visibile cresta in direzione sud,sud-ovest tra boschi e roccette portandosi verso una quota anonima affrontando
successivamente il ripido strappo che porta a Cima Nara 1376mt. la cima più alta di questa escursione. Il panorama dalla Cima Nara è veramente fantastico e così tanto sconfinato che arriva sino alla costa meridionale del Lago di Garda, riuscendo a scorgere la punta del centro storico di Sirmione. Da qui si continua scendendo al P.so Chiz 1208mt. dove si procede senza problemi salendo il poco pronunciato e boscoso M.Guil 1322mt. fino a scendere il bel pascolo erboso che porta al P.so Guil 1208mt. Dal P.so Guil si prende il largo sentiero 101 che porta al Baitel de Mughera dove con una breve deviazione ad un bivio di A/R si raggiunge il panoramicissimo pulpito con croce di Cima Mughera 1161mt. decisamente a sinistra imboccando nuovamente il segnavia 422, in direzione di Pregasina. Ritornati al bivio si continua passando una provvidenziale fonte d’acqua portandosi al P.so Rocchetta 1159mt. ,da qui prendiamo la deviazione per il panoramico sentiero 130 percorrendo il sentiero a tratti esposto delle Creste del Reamol che scende verso il M.Palaer 1075mt. arrivando a Bocca Larici e Cima Larici 907mt. Infine prendendo il sentiero 422A si scende sino alla località di Calcherole dove ci si innesta alla comoda strada che porta a Pregasina.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Kompass N° 690 Alto Garda e Ledro
irui70
25/10/2020
3 mesi fa
Link copiato