Lac Blanc (Col du) da Grange di Valle Stretta, anello per il Lago Chardonnet ed il Vallon du Diner

Lac Blanc (Col du) da Grange di Valle Stretta, anello per il Lago Chardonnet ed il Vallon du Diner

Dettagli
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1765
Quota vetta/quota (m)
2628
Esposizione
Sud
Grado
E

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Re Magi, Rifugio III Alpini

Avvicinamento
Da Torino a Bardonecchia (per statale o autostrada); poi proseguire per les Arnauds, Melezet, Pian del Colle, Grange di Valle Stretta
Note
Itinerario molto bello e vario che permette di addentrarsi nei tre valloni che si sviluppano a Sud della cresta Roche du Chardonnet – Monte Thabor, fra grandi spazi, panorami e laghi. Sentieri sempre ben evidenti, salvo il tratto soprastante il Lago Lavoir (comunque tracce e percorso sempre intuibile) in direzione Lago Chardonnet ed il collegamento fra questo e le Lac Blanc.
Descrizione

Dal parcheggio di Grange della Valle Stretta si segue l’itinerario per il Monte Thabor fino al pianoro di Prat du Plan (palina -1h 30’). Arrivati al ponte non attraversarlo, lasciando sulla destra il sentiero che si inoltra per il Vallon du Diner, ed imboccare invece quello che costeggia il torrente e giunge al lago Lavoir (m. 2281 – 20’). Attraversarlo in corrispondenza dell’emissario e portarsi sul lato opposto dove si risale il pendio di erba e rocce verso Ovest seguendo una vaga traccia. Portarsi progressivamente a destra (Nord-Ovest) ad aggirare due vicini cocuzzoli ed entrare nel valloncello che si sviluppa fra i Lacs de la Grand Tempete (m. 2483) ed i laghetti posti a quota m. 2447 (30m). Da qui la traccia si fa meno evanescente e si accompagna ad ometti e, successivamente, a segnavia bianco-rossi. Si arriva in vista del Lago Chardonnet (m. 2599 – 30’). Raggiuntolo, aggirarlo in corrispondenza dell’emissario per risalire la sponda orientale (sinistra orografica) di una ventina di metri fino a una piccola selletta disseminata di massi. Qui, guardando con attenzione verso Est, si rinviene una marcata traccia su sfasciumi (ometti) che, seguendo pressappoco la quota m. 2600, aggira le propaggini della cresta Sud della Rocca de Valmeinier e porta, sempre su sfasciumi ben percorribili ed in bella vista de le Grand Andret, alla marcata depressione che immette nel vallone ove è adagiato lo smeraldino Lac Blanc (m. 2614 – 20’) che si raggiunge in pochi minuti. (variante: dal lago Chardonnet tornare su propri passi fino al pianoro che precede l’ultima rampa appena percorsa in salita. Qui attraversare verso Est (sinistra) rinvenendo una marcata traccia (tacche bianco rosse) che porta sulla dorsale soprastante; da qui, in pochi minuti, voltando in direzione nord (sinistra) si giunge a le Lac Blanc). Attraversarlo all’emissario rinvenendo il sentiero (tacche bianco-rosse) che dolcemente, verso Est, giunge al Col du Lac Blanc (m. 2628, 10’). Qui il sentiero scende dapprima rapidamente per un breve tratto per poi risalire in diagonale il versante destro orografico del Vallon du Diner fino ad incrociare il sentiero proveniente dal soprastante Col des Meandes (m. 2650 circa, 20’). Da qui il rientro si sviluppa lungo il tracciato di discesa dal Thabor ed in circa 2 h porta nuovamente alle Grange della Valle Stretta.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:25.000 Bardonecchia-Thabor-Sauze d'Oulx
gieffe
16.08.2018
2 anni fa

Condizioni

Link copiato