La Ciarm (Monte) Ortopula

La Ciarm (Monte) Ortopula

Dettagli
Dislivello (m)
1000
Quota partenza (m)
1650
Quota vetta/quota (m)
2650
Esposizione
Sud-Ovest
Impegno
I
Difficoltà tecnica
4.1
Esposizione
E2
Tipologia
Parete

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Dal parcheggio del Campo Base seguire le piste da fondo sul versante orografico destro della Valle del Maurin, fino ad intersecare lo sbocco della Valle dell'Infernetto. Proseguire verso nord nell'ampia conca dell'Infernetto fino a quota 2250 m/slm circa, in corrispondenza di vistosi affioramenti rocciosi che lambiscono il fondo del vallone (la parte basale della parete si apre sulla dx).
Descrizione

La discesa si compone di due segmenti distinti per inclinazione e morfologia. Il versante sudoccidentale del Monte la Ciarm si presenta piuttosto inclinato nella parte inferiore, la quale cede verso l’alto alla vasta parete, con modesta inclinazione, che conduce all’affilata cresta sommitale. Si configura pertanto un paesaggio di spettacolare paronamicità, balcone sospeso sulla testata dell Valle Maira e sulla Valle dell’Infernetto.

Nel dettaglio, la metà inferiore della discesa (200 m di dislivello c.ca, expo SW) si articola in numerosi affioramenti rocciosi, dissecati da brevi canali-pendii con inclinazione di 40° abbondanti, con picchi a 45°, con percorso non obbligato. La restante parte dell’itinerario si presenta come una vasta e panoramica parete esposta a SSW, decisamente meno acclive (max 30÷35°), che conduce all’aerea cresta sommitale.

Sulla cartografia reperibile, il Monte La Ciarm è segnato a quota 2580 m/slm, tuttavia la cima sciistica si pone a metà tra quest’ultimo e il Monte Pertusà, a quota 2650 m/slm circa.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Il Monte La Ciarm, illuminato per un fortuito gioco di luci fin dal primo mattino, sottende con eleganza la testata della Valle Maira, vero e proprio balcone sulla Valle del Maurin e sulla Valle dell'Infernetto.
Non avendo reperito informazioni di discese pregresse, ma senza arrogarci una prima discesa, proponiamo una valutazione di 4.1 E2, in virtù dei ripidi pendii-canali basali e delle balze rocciose che ne articolano la morfologia.
Si tratta in ogni caso di una gemma incastonata tra le montagne, come la ragazza a cui è dedicato il nome: Ortopula :)
albertber
05.01.2020
7 mesi fa

Condizioni

Link copiato