Maniglia (Monte) Canale NO

Maniglia (Monte) Canale NO

Dettagli
Dislivello (m)
1500
Quota partenza (m)
1630
Quota vetta/quota (m)
3183
Esposizione
Nord-Ovest
Impegno
II
Difficoltà tecnica
4.3
Esposizione
E3
Tipologia
Couloir

Località di partenza Punti d'appoggio
campo base chiappera

Note
itinerario praticamente sconosciuto, neanche la guida di Volopress Ubaye lo cita, ma i ripidisti francesi che frequentano l'Ubaye lo conoscono bene e lo recensiscono su skitou.fr. 45° su 150 metri (strettoia non sciabile con passaggi >50°)
Forse più adatto a una salita alpinistica PD+ che a una discesa in sci, in quanto comunque la strettoia penso che vada sempre disarrampicata con picca e ramponi.
Descrizione

Dal parcheggio del Rifugio Campo Base di Chiappera, si può percorrere la strada sterrata che passa sotto la Rocca Provenzale e si addentra nel vallone del Maurin raggiungendo le Grange Collet 2006 m. In alternativa è possibile percorrere interamente la piana del campeggio oltre il Campo Base, fino al termine dove un sentiero (attualmente è più simile ad una sterrata molto ripida) risale con un lungo traverso da sinistra a destra raggiungendo la sterrata proprio nei pressi del tornante delle Grange Collet 2006 m.
Lasciate sulla sx le grange Collet, si prosegue verso oriente lungo il valloncello ove scorre il torrente per scavalcarlo su piccola passerella nei pressi delle Grange Turrè.
Tralasciando sulla dx la Valle di Marin transitare nei pressi delle omonime grange, quindi toccare le grange Borre all’imbocco della valle Autaret.
A questo punto si risale il primo canale di sinistra, tra i tanti che solcano la bastionata rocciosa che sorregge la valle di Ciabrera (30-35° – ramponi utili).
All’uscita percorre l’intera valle di Ciabrera tra dossi e piccole conche passando alla base delle pareti est del monte Lausa e del monte Spera.
Arrivati al colle di Ciabrera con un diagonale verso destra(senso di marcia) si accede rapidamente al conoide, lo si risale, sembra sbarrato e senza uscita, ma invece piega prima a sinistra e poi a destra, offrendoci subito una bella gulottina a 50° , dopo torna sui 40-45 e in breve esce a pochi passi dalla vetta.
Se il canale non fosse in condizioni o semplicemente si vuole fare qualcosa di più sereno, lo scivolo sud- sud ovest del Dente di Maniglia e’ quello che fa per noi,
300 metri a 40° 4.1 E2, eventualmente per chi ne ha tanta può concatenarlo con Canale Est del Cialancion.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Charamaio Mai en Val Maira di B.Rosano
Bibliografia:
Esquiar en Val Maira di B.Rosano - Fraternali Alta val Maira e Varaita
jonny_bravo
02.01.2020
7 mesi fa

Condizioni

Link copiato