Gelas di Lourousa dal Lago della Rovina

Gelas di Lourousa dal Lago della Rovina

Dettagli
Dislivello (m)
1726
Quota partenza (m)
1535
Quota vetta/quota (m)
3261
Esposizione
Sud-Est
Grado
PD-

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco del Baus, Rif.Genova

Note
Bella cima molto panoramica che si trova al termine del famoso canalone di Lourousa, non molto conosciuta e frequentata, a torto, per via della vicina e più famosa cima Nord dell'Argentera preferita più per il nome; giunti sotto la cima vi sono diverse possibiltà per toccare la vetta, la via più comoda da rintracciare è molto semplice perché indicata da tacche di vernice e divertente, sono 50 metri di arrampicata non molto impegnativa.
Avvicinamento
Da Cuneo seguire indicazioni per Borgo San Dalmazzo, poi Valdieri, poco oltre si gira a una rotonda per Entracque, seconda deviazione a dx salire per San Giacomo si prosegue oltre il Centro Faunistico, si fiancheggia il lago di Piastra e alla deviazione si prosegue a dx per il Lago Rovina, posteggio a pagamento nel periodo estivo, 3 euro.
Descrizione

Dal lago della Rovina si seguono le indicazioni del cartello posto vicino al chiostro del bar per il colle del Chiapous e bivacco del Baus, si sale a tornantini fino a giungere su una strada sterrata, seguendo sempre le indicazioni si prosegue a dx fino a giungere sulla diga del bacino del Chiotas. Superata la diga si procede su una bella mulattiera aggiustata di recente (2017) si risalgono i numerosi tornanti che dolcemente portano fino alla deviazione segnalata con cartello per il bivacco del Baus e passo del Porco anche con con vernice su un masso; il passo del Porco si raggiunge dopo avere superato una cengia obliqua poco esposta. Perdendo alcuni metri si prosegue sul sentierino fino ad una pietraia, seguendo le tacche rosse si raggiunge una scritta per il bivacco Baus, da questo punto bisogna proseguire invece in direzione nord girando leggermente a dx e seguendo i numerosi ometti si superano le numerose placche inclinate rocciose stando possibilmente più a dx; si giunge nell’ anfiteatro sud della Serra dell’Argentera in una grande pietraia dove si ritrovano le tacche rosse che seguite conducono alle cengie oblique. Salire la cengia inferiore meno esposta, fino a giungere sul terrazzino sotto la punta nord dell’Argentera da dove si può vedere la cengia quasi orizzontale che porta al colletto Coolidge (si trova tra la punta Stella e la punta del Gelas di Lourousa) la si segue.
A questo punto ci sono più opzioni:
1) si segue la cengia e appena superata la parte più ripida sulla sinistra si può notare una freccia e due lettere scritte in rosso da dove parte la via che in divertente arrampicata conduce sulla cima; numerose tacche la indicano, non è vincolante si può salire a piacimento, si supera la cresta est e si passa sul lato nord breve passaggio orizzontale pochi metri di salita e si è sulla bella punta del Gelas di Lourousa.
2) si sale più a sx e con qualche passo di arrampicata si raggiunge una cengia più alta che conduce con qualche ulteriore passo di arrampicata al colletto Gunther, forcella fra il Gelas di Lourousa e la Punta Nord dell’Argentera. Dal colletto si scende per una ventina di metri dal lato ovest e si compie un breve traverso verso dx (nord) arrivando ad un canale di detriti. Con alcuni passi di facile arrampicata il canale porta direttamente alla cima (si può anche salire seguendo il filo di cresta ma è più impegnativo).
3) raggiungere il Colletto Coolidge e seguire la breve cresta Nord-Est, tenendosi inizialmente sul lato sx del filo (percorso più impegnativo e su terreno più ripido).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC Alpi Marittime e Liguri
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2020m 1.6Km

Diga del Chiotas

Stazione Meteo
Link copiato