Fer (Tete de) Cresta parassac

Fer (Tete de) Cresta parassac

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1700
Quota vetta/quota (m)
2896
Esposizione
Nord
Grado
F+

Località di partenza Punti d'appoggio
Larche

Note
La cresta tra Tete de Fer e la punta senza nome è assai esile e sfasciumata. I passaggi sono logici, con traversi, ove necessari, mai troppo esposti. Attenzione comunque alla pessima qualità del terreno. I bolli versi sono ben visibili e regolari ma non vanno seguiti a mio avviso fedelmente (ci sono alcuni saltini da aggirare, sempre sul versante opposto, a dx partendo dalla Tete de Fer). Volendo si può brevemente arrampicare/disarrampicare.
Descrizione

Dalla strada asfaltata del vallone di Lauzanier, 50m oltre un ponte in legno sul torrente Ubayette, rimontare una traccia di sentiero ascendente verso dx che si immette nel Vallone di Courruit, seguire il sentiero (ometti) traversando i pendii erbosi sulla sx orografica oppure l’itinerario già descritto nella sezione sci-alpinismo, lasciando comunque il Rocher Lombard sulla dx. Salire in vetta alla Tete de Fer (2884m).
Seguire poi la cresta di Parassac, scandita da bolli di esagoni verdi, fino a raggiungere il punto culminante (senza nome sull’IGN, 2896m).
Da lì si può proseguire fino alla P. Parassac (altra classica sci-alpinistica) e oltre.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGN F
pulici
24.06.2008
12 anni fa

Condizioni

Link copiato