Dure (Tete) da le Pontet per il versante Sud

Dure (Tete) da le Pontet per il versante Sud

Dettagli
Dislivello (m)
689
Quota partenza (m)
1940
Quota vetta/quota (m)
2629
Esposizione
Sud
Grado
BR
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio
Gite d'etape

Note
La salita si svolge su ampi pendii ed ha un dislivello piuttosto contenuto. Il periodo indicato per fare questa salita va da dicembre a marzo. E' una gita da considerarsi MR, con un ripido tratto sul costone finale valutabile BR.
Avvicinamento
da Borgo San Dalmazzo si risale interamente la Valle Stura di Demonte fino a sconfinare oltre il Colle della Maddalena, si entra in territorio francese seguendo la strada D900 per 1 km circa fino al parcheggio di le Pontet 1948 m.
Descrizione

Da le Pontet si scende lungo la strada per pochi minuti fino a raggiungere un piccolo casolare a quota 1940 m. Si sale ora per una stradina a destra (non sempre visibile quando c’è molta neve).
Si sale direttamente un primo pendio abbastanza ripido sulla nostra destra per un centinaio di metri e poi si volge a sinistra, iniziando a salire in diagonale per il grande pendio nevoso, raggiungendo una china nota come “Les Cotes” ed entrando nel Vallon Rémy, chiuso a sinistra dalla Tete Dure e a destra dai denti rocciosi delle Aiguillettes.
Si passa nei pressi delle Cabanes du Rémy 2310 m e poi si traversa in piano verso sinistra in direzione di un ripetitore posto a quota 2350 m ai piedi del costolone meridionale della Tete Dure. Senza toccare il ripetitore si piega a destra e si sale il ripido pendio che porta nei pressi di un grande ometto (a quota 2520 m), e da qui non resta che seguire il costolone (indicato da altri due grandi ometti di pietre, che scende ad un avvallamento e poi superando il largo pendio che conduce sull’immenso cupolone della cima, indicata da un cartello in legno e un grande ometto di pietre.
In discesa, raggiunto l’avvallamento del costone meridionale, si può scendere sia lungo il pendio di destra che lungo quelli di sinistra, raccordandosi con l’itinerario di salita nei pressi del traverso che porta alla base del costone, a quota 2300 m. Da qui seguendo a ritroso la traccia di salita si rientra al Pontet e al parcheggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
La Tete Dure è una montagna situata in Valle Ubaye a breve distanza sia dal Colle della Maddalena che da Larche.
Cartografia:
IGN foglio 3538 ET Aiguille de Chambeyron in scala 1:25000
ste_6962
23/02/2019

Nelle vicinanze Mappa

2 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
11 anni fa
17 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1760m 5.5Km

Larche

Stazione Meteo 1680m 6.6Km

Argentera

Stazione Meteo
Webcam 2308m 9.1Km

Argentera – Andelplan

Webcam
Link copiato