Brancastello (Monte) dal Lago di Pietranzoni per il versante Sud (Stazzo del Lepre)

Brancastello (Monte) dal Lago di Pietranzoni per il versante Sud (Stazzo del Lepre)

Dettagli
Dislivello (m)
785
Quota partenza (m)
1600
Quota vetta/quota (m)
2385
Esposizione
Sud
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Su dorsale

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
in discesa occorre neve sicura, all'ingresso in alto dalla sella, per entrambi i canali laterali dello Stazzo del Lepre;
neve sicura anche per il canale della dx orografica,in basso dove si inforra in uno stretto e ripido canalino (valutazione sciistica S3-S4).
N.B. :il canale della sx orografica mantiene la neve molto a lungo ed è fattibile anche in tarda stagione primaverile.
Descrizione

Dal Lago di Pietranzoni si attraversa la Piana di Campo Imperatore in direzione Nord.
Si entra nel canale situato a dx (sx orografica) del grosso mammellone dello Stazzo del Lepre.
Alla biforcazione si va a sx (dx orografica).
Appena possibile si sale a sx sulla stretta e ripida costola interposta tra i due canali paralleli decorrenti bilateralmente al predetto mammellone,con numerosi dietrofront.
In stagione avanzata e/o con neve sicura, è possibile risalire direttamente il canale della sx orografica.
Pervenuti alla sella,si segue la cresta in direzione Est,superando un primo ripido dosso e continuando poi quasi in piano fino alla vetta.
Discesa per lo stesso itinerario o per uno dei due canali posti alla dx e alla sx orografica dello Stazzo del Lepre.

Variante OSA: Partenza dal Piano di Pietranzoni.Si attraversa la piana.Si imbocca il canalone dello stazzo del Lepre che con qualche strettoia porta su verso la forcella del Lepre.A metà canalone all’incirca,si risalgono i ripidi pendii della sx orografica ,sovrastati da un’alta e continua falesia di roccia.Un cordone morenico ottimamente innevato porta esattamente all’unico punto di debolezza della falesia.Sci sulle spalle e ramponi ai piedi ,superato un gendarme di roccia,si percorre un esile sentierino obliquo e molto esposto che permette di superare l’alta fascia di rocce.Su per i ripidi pendii superiori,sempre con esposizione,si raggiunge una conca sommitale molto bella con vari canalini di uscita innevati,percorribili. Ricalzati gli sci si traversa in obliquo ascendente verso sx (Nord) fino a raggiungere ripidamente la cresta sommitale.In breve verso sx in vetta. Discesa per lo stesso itinerario di salita,integralmente,sci ai piedi anche nel sentierino obliquo innevato,che taglia la falesia.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Persio Scialpinismo Gran Sasso It.41
Bibliografia:
Persio Scialpinismo Gran Sasso It.41
annibale
02/11/2014
7 anni fa
12 anni fa
15 anni fa
17 anni fa
18 anni fa
Link copiato