Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto

La gita

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

note su accesso stradale :: Poco parcheggio a Niquidetto

quota neve m :: 1500
Saliti alla Punta Imperatoria seguendo all'incirca il sentiero estivo sino a q. 1550-1600 dove, in prossimità di un grosso masso, si attraversa un canalino in cui scorre un rio. Da qui il manto nevoso è continuo, mentre nella parte bassa del percorso si alternano lunghi tratti ormai puliti ad altri in cui si sprofonda nella neve molle sin oltre il ginocchio. Non sapendo che cosa ci aspettava, all'andata i gava-buta sono stati numerosi, mentre al ritorno, riposte le racchette sullo zaino dopo il riattraversamento del rio, abbiamo faticato non poco a cavarci fuori dagli sprofondamenti in cui finivamo ad ogni passo nei tratti ancora innevati. Nella parte alta del percorso neve pesante ma non sfondosa che, nonostante le temperature elevate non ha mollato più di tanto nemmeno in discesa, consentendoci di abbandonare la traccia di salita senza sprofondare. Bellissimi i pendii superiori quasi intonsi e spettacolare la crestina dal colletto alla punta. Panorami superlativi anche se leggermente offuscati dalla foschia della pianura. Saliti anche all'anticima di q. 2290 per goderci ancora un po' la vista e la bella cresta verso Punta della Croce. Gita faticosa per le condizioni attuali del percorso e della neve (e per me faticosissima per via del caldo!), da cui le **, ma unica per le splendide immagini che regala e che valgono ben più di *****
Oggi con Tiziana, Michele, Marina e Massimo: oltre a noi solo due ski-alp

Gita caricata il 25/03/11

Le foto

Punta della Croce
La crestina finale
Arrivati!
Torretta del Prete
Punta Imperatoria vista dall'anticima
Descrizione completa dell'itinerario